cerca

La notizia e i giornali che ci sono e non ci sono

Ezio Mauro, Michele Serra, Roberto Saviano e Francesco Merlo lasciano Repubblica. Se ne vanno, i magnifici quattro, da un giornale che c’è, per trasferirsi in un altro che non c’è

23 Maggio 2020 alle 06:00

La notizia e i giornali che ci sono e non ci sono

Ezio Mauro e Roberto Saviano in uno scatto del 2009 (foto LaPresse)

C’è una notizia: Ezio Mauro, Michele Serra, Roberto Saviano e Francesco Merlo lasciano Repubblica anch’essi. Ma la suddetta notizia non è una notizia. Dato che c’è, e tuttavia non c’è. Poi c’è, nella notizia che non c’è, una notizia nella notizia. Se ne vanno infatti, i magnifici quattro, da un giornale che c’è, per trasferirsi in un altro che non c’è. Da un giornale, cioè, che un domani non ci sarà (per via della notizia che non c’è), a un altro che non esiste oggi come oggi. Forse domani, sempre che ci sia la notizia che non c’è. Questa notizia, la quale c’è, nel momento in cui non c’è, non compare così in alcun articolo. Sarebbe, se ci fosse, un pezzo tra i più letti. Non essendoci, nessuno potrà leggerlo. Peccato. Conquisterebbe, il pezzo che non c’è, il premio settimanalmente istituito dal direttore di Repubblica. Dove il direttore, anche lui c’è e non c’è, ma il premio non ancora.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • gesmat@tiscali.it

    gesmat

    25 Maggio 2020 - 11:20

    Però che culo la repubblica di Elkann! Un fracco di soldi risparmiati !

    Report

    Rispondi

  • fabriziocelliforli

    24 Maggio 2020 - 22:51

    Se sedicenti pilastri decidono di lasciare ciò significa qualcosa o no? Al di là di tutto; PERCHé??

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    24 Maggio 2020 - 14:28

    Pervertito da strane letture mi sono fatto coinvolgere dagli scritti di Stuart Mill e giovinotto nel '68 venivo sbeffeggiato dai necrofori dei diritti tant'è che se non eri di sinistra eri un nemico dell'umanità. Così mi feci sinistro.Insegnavo allora agli asiranti ragionieri e nei consigli di classe venivo attaccato con furore dai prof de sinistra .Allora mi iscrissi alla Cgil scuola e trovai la pace . Una pace molto simile alla pace eterna. C'è chi la vocazione al martirio ( vedi quelli che si fanno bastonare dalla polizia in manifestazioni di piazza fantasmagoriche) io sono per la non violenza e la pace universale ,ma fascisti e comunisti sono sempre incazzati. Bisognerebbe mandarli nel Gulaga della Siberia forse a - 40 ° si abbraccerebbero per scaldarsi.Li hai visti i piguini?

    Report

    Rispondi

  • giuseppek

    24 Maggio 2020 - 07:43

    Non dovrebbe essere cosi grave se talvolta non avendo nulla da dire si decidesse di tacere piuttosto che scrivere del puro nulla.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi