Restiamo disumani

Andrea Marcenaro

Non sopportano i terroni, vogliono che la gente marcisca a vita in galera, e si dicono certi di uscirne migliori dalla pandemia?

Non vogliono vaccinare i bambini, non sopportano i terroni, non vogliono tra i piedi i neri, vogliono la gente in galera senza processo, vorrebbero la pena di morte, ma l’ergastolo come minimo, e lo affibbierebbero al primo che attraversa fuori dalle strisce, non sopportano la maledetta prescrizione, vogliono mungere l’Europa e nel contempo uscirne, vogliono veder pubblicati sui giornali i pettegolezzi contro chiunque, butterebbero via ogni volta la chiave di ogni cella e a fine serata, siccome hanno un cuore così, si ripetono l’uno con l’altro che usciranno dalla pandemia ancora più umani.

Di più su questi argomenti:
  • Andrea Marcenaro
  • E' nato a Genova il 18 luglio 1947. E’ giornalista di Panorama, collabora con Il Foglio. Suo papà era di sinistra, sua mamma di sinistra, suo fratello è di sinistra, sua moglie è di sinistra, suo figlio è di sinistra, sua nuora è di sinistra, i suoi consuoceri sono di sinistra, i cognati tutti di sinistra, di sinistra anche la ex cognata. Qualcosa doveva pur fare. Punta sulla nipotina, per ora in casa gli ripetono di continuo che ha torto. Aggiungono, ogni tanto, che è pure prepotente. Il prepotente desiderava tanto un cane. Ha avuto due gatti.