Fare subito

Roberto Maroni

Per le imprese c'è una buona notizia: il prossimo presidente di Confindustria Carlo Bonomi è un leader di stile ambrosiano, concreto e coraggioso

“Il fattore tempo è diventato fondamentale: non solo bisogna fare, bisogna fare subito”. Parla Carlo Bonomi, presidente di Assolombarda. Un richiamo forte al governo per un sostegno vero alle imprese, in tempi in cui la politica si perde in polemiche quotidiane. Ma oggi per le imprese c’è una buona notizia: Bonomi sarà il prossimo presidente di Confindustria. Lombardo, imprenditore, Bonomi è un leader di stile ambrosiano, concreto e coraggioso. Ha idee chiare, che chiamano in causa (cito) “un governo di statisti più che di politici”. Cominciando dal Mes: “Non commettiamo il pericoloso errore di isolarci”. Il governo usa il golden power per proteggere le aziende italiane da acquisizioni straniere? Sbagliato: “Anche i campioni dell’impresa italiana in questi anni hanno acquisito aziende straniere. Il vero modo per proteggere le nostre imprese è aiutarle a rafforzarsi”. Qualcuno a Roma pensa a un ritorno dell’Ir di novecentesca memoria? No grazie: “Lo stato deve restare regolatore, non gestore”. Pessimista sull’uscita dell’Italia dalla crisi? Al contrario, questa emergenza ci offre l’opportunità di rilanciare l’economia eliminando una volta per tutte la zavorra che ci ha frenato negli ultimi vent’anni: “Oggi non ci possiamo più permettere le lentezze burocratiche che hanno paralizzato il sistema produttivo”. I prossimi quattro anni (il suo mandato) non saranno facili per il mondo del lavoro. E allora forza e coraggio: Bonomi for president (di Confindustria, per ora…). Stay tuned.

Di più su questi argomenti: