Revocato per indegnità morale?

Adriano Sofri

Il municipio di Casarsa ha revocato la sede in cui avrei dovuto presentare il mio libro. Credo con la stessa motivazione per cui Pasolini fu espulso dal Partito comunista nel 1949

Sto andando in giro a parlare del mio libro, Il martire fascista (Sellerio). Ora sono dalle parti del libro, e anche mie: Trieste, Gorizia, la Slovenia, Udine. Il 10 ero stato invitato a Casarsa. Ieri ho letto sui giornali che il municipio aveva revocato la sede, il Teatro Pasolini. Non ho ancora saputo con quale motivazione. Conto che sia per “indegnità morale”. Era già successo, a Casarsa, nel 1949, con un mio amico, per giunta.

Di più su questi argomenti: