cerca

Rimprovero i renziani di costringerci all'ovvietà

Non riesco davvero a capacitarmi che Matteo Renzi, nonostante le sue vele siano flosce come una quaresima, abbia davvero deciso di emulare il Matteo Salvini della sbornia dei pieni poteri

15 Febbraio 2020 alle 06:00

Rimprovero i renziani di costringerci all'ovvietà

(foto LaPresse)

Non occorre che ripeta che cosa pensi della prescrizione secondo Bonafede e suggeritori, correzioni comprese. E tuttavia non riesco davvero a capacitarmi che Matteo Renzi abbia davvero deciso di emulare il Matteo Salvini della sbornia dei pieni poteri. Con l’aggravante che Salvini aveva il vento in poppa e se ne fece ubriacare sulla sua spiaggia. Le vele di Renzi sono flosce come una quaresima. Il mio sconcerto è ovvio e pressoché universale - compresi certi renziani che simulano il viso dell’arme. Anche questo gli rimprovero, di costringerci all’ovvietà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Medicaid

    17 Febbraio 2020 - 11:22

    Su un unico punto non concordo con il commento precedente. Non credo che la DITTA sia motivata da una " religione rivelata". Penso che l'unica motivazione sia il Potere,......con tutte le sue articolazioni.

    Report

    Rispondi

  • lucafum

    16 Febbraio 2020 - 08:21

    visto dall'esterno, da comune cittadino, Italia Viva è però l'unico aggregato politico che si è messo di punta contro una stortura formalmente pericolosissima per la vita sociale, qual è la riforma manettara di Bonafede. Sarà che il PD pensa che sia modificabile zitti zitti negli anni a venire, quando il vairus (santoiddio, i bimbiminkia sugli scranni del potere!!!) trasmesso dagli insetti stridulatori agli elettori si esaurirà (speriamo che lasci la memoria immunologica), ma -da privato cittadino- penso che le storture non debbano essere mai poste come regola e legge; ne va della fiducia comune, e quindi della vita della società. Vele flosce o meno, il problema della sinistra non è Salvini, bensì continua ad essere Renzi. Sarà ben ora che i nostri cari comunistelli d'antan, puristi nostalgici di epurazioni, si sveglino e si rendano conto che la politica non è religione divina rivelata, ma processo umano.

    Report

    Rispondi

Servizi