Di "pazienti zero" e rottamatori

Andrea Marcenaro

Possibile che il Corriere della Sera non sia ancora riuscito a raccontarci che l’introvabile all’origine dei guai si nasconda in quello stesso tipetto di Rignano?

Benissimo azzerare le polemiche, intendiamoci, e fronteggiare uniti l’emergenza e sotterrare l’ascia di guerra e comportarsi civilmente, per quanto tra Truce e vecchio Feltri occorra ammettere che è dura. Ma vi pare possibile che il Corriere della Sera di un Massimo Franco, con la bellezza di 354 giornalisti a disposizione, tutti coi fiocchi, non sia ancora riuscito a raccontarci che l’introvabile “paziente zero” all’origine dei guai si nasconda in quello stesso tipetto di Rignano che la fissa di rottamarci, guarda un po', ce l’aveva da quel dì?

Di più su questi argomenti:
  • Andrea Marcenaro
  • E' nato a Genova il 18 luglio 1947. E’ giornalista di Panorama, collabora con Il Foglio. Suo papà era di sinistra, sua mamma di sinistra, suo fratello è di sinistra, sua moglie è di sinistra, suo figlio è di sinistra, sua nuora è di sinistra, i suoi consuoceri sono di sinistra, i cognati tutti di sinistra, di sinistra anche la ex cognata. Qualcosa doveva pur fare. Punta sulla nipotina, per ora in casa gli ripetono di continuo che ha torto. Aggiungono, ogni tanto, che è pure prepotente. Il prepotente desiderava tanto un cane. Ha avuto due gatti.