Serra e Griveaux in lizza per la Coppa

Andrea Marcenaro

L'uno a Roma, l'altro a Paris, sono senz'altro due uomini di valore

Primo finalista, un incallito difensore dei deboli. Si chiama Michele Serra e definisce pubblicamente l’abolizione della prescrizione “materia da legulei che fa ridere i polli”. Notare che Serra, come sublime opinionista, batterebbe Zingaretti come sublime segretario. Secondo finalista, un incalllito persecutore di deboli. Si chiama Benjamin Griveaux, voleva spararsi una sega privatamente, però online. Notare che Griveaux, in quanto candidato sindaco, aveva già battuto Macron come semplice liceale a caccia della supplente bona. Due uomini di valore. Serra e Griveaux. A Roma l’uno, l’altro a Paris. Leur préscrition. Ou notre gnocque. La politique de là. La communication de qua. La morale, surtout. Les deux unis, sur la morale. Et moi. Et toi. E nos valeur. E la nostra Europe. E la tiènne. Mais mieux la miènne. Mieux la miènne que la tiènne. Et en paliò? C’era la “Coupe dei segaioles”.

Di più su questi argomenti:
  • Andrea Marcenaro
  • E' nato a Genova il 18 luglio 1947. E’ giornalista di Panorama, collabora con Il Foglio. Suo papà era di sinistra, sua mamma di sinistra, suo fratello è di sinistra, sua moglie è di sinistra, suo figlio è di sinistra, sua nuora è di sinistra, i suoi consuoceri sono di sinistra, i cognati tutti di sinistra, di sinistra anche la ex cognata. Qualcosa doveva pur fare. Punta sulla nipotina, per ora in casa gli ripetono di continuo che ha torto. Aggiungono, ogni tanto, che è pure prepotente. Il prepotente desiderava tanto un cane. Ha avuto due gatti.