cerca

Arbasino fa 90

Ricordi quasi privati dei novant’anni appena compiuti dallo scrittore. Certe gite e certe colazioni, quasi come in “Fratelli d’Italia”

24 Gennaio 2020 alle 09:59

Arbasino fa 90

Alberto Arbasino con il suo libro "L'ingegnere in blu", Adelphi (foto LaPresse)

Che inizi: mi cadde letteralmente in testa da un’alta biblioteca durante gli studi di diritto internazionale il suo “Anonimo lombardo”, autobiografia culturale (scritta a vent’anni) travestita da romanzo epistolare di scopate, in una Milano molto operistica e gay prima delle porta Venezia rainbow. Poi, superate le impossibili immedesimazioni, si divenne amici, per quanto era possibile diventarlo di AA; si comprò anche una piccola spider, con cui sognavo di portarlo su e giù per la Balduina come lui faceva con Gadda,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Michele Masneri

Michele Masneri è bresciano e vive prevalentemente sull’alta velocità tra Roma e Milano. Scrive schizofrenicamente di cultura, società e architettura. Come molti italiani ha scritto un romanzo, si intitola "Addio, monti", non c'entra con l'ex premier, ed è edito da minimum fax. Usciranno presto in volume i suoi reportage dalla Silicon Valley, dove è stato inviato per questo giornale.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • leless1960

    24 Gennaio 2020 - 14:23

    A me Arbasino piace moltissimo perché non si capisce niente di quello che scrive. Mi fa sentire al cospetto di qualcosa di Alto, di fronte a una cultura superiore, e questo combatte la noia e lo scontato che si provano, a 60 anni ahimé, leggendo maree di ovvietà, ovunque. In questo giornale si arbasineggia moltissimo, ed è uno dei motivi per cui è l'unico giornale cui sono abbonato.

    Report

    Rispondi

    • Skybolt

      24 Gennaio 2020 - 16:03

      E' come andare a messa quando c'era la liturgia in latino, nessuno capiva un c.... e viva il parroco....?

      Report

      Rispondi

      • Vonfalsch

        Vonfalsch

        01 Febbraio 2020 - 09:57

        Sforzatevi poverini, non dico capire Arbasino: ci vuole cultura, intelligenza e conoscenze, ma almeno intuirne il genio no?

        Report

        Rispondi

Servizi