cerca

Speranze e delusioni del nuovo secolo americano

Lo storico Bacevich piace ai nazionalisti e agli ultrà di Bernie, ma a una lettura attenta delude tutti gli adulatori. Storia di un conservatore atipico

22 Febbraio 2020 alle 06:00

Speranze e delusioni del nuovo secolo americano

Il presidente della speranza e quello della "carneficina americana" parlano nello Studio Ovale alcuni giorni dopo le elezioni del 2016 (foto Pete Souza)

Il Pensiero dominante di questa settimana propone un breve e necessariamente incompleto distillato del pensiero di Andrew Bacevich, storico americano della Boston University, presidente del Quincy Institute ed ex militare che di recente ha scritto un saggio che articola critiche non nuove, per chi ha masticato il dibattito, sui limiti e le contraddizioni del potere americano dopo la fine della Guerra fredda. L’interesse per questo autore non dipende soltanto dal fatto, pur rilevante, che i conservatori di stampo nazionalista e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Mattia Ferraresi

Mattia Ferraresi

Nato nella terra di Virgilio e cresciuto in quella di Tassoni, ora vive nel quartiere di Tony Manero. E’ il corrispondente dagli Stati Uniti. Ama, con il necessario distacco penitenziale, il Lambrusco e l’Inter. Ha scritto alcuni libri su cose americane e non, l’ultimo è “La Febbre di Trump” (Marsilio). Sposato con Monica, ha due figli, Giacomo e Agostino.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi