Come ti richiudo la scatoletta di tonno

Adriano Sofri

Con il voto di ieri i cinque stelle sono diventati a tutti gli effetti un partito tradizionale

Dunque vediamo se ho capito, in parole loro. I votanti della piattaforma Rousseau hanno deciso 1) che il limite dei due mandati vada liquidato e 2) che siano autorizzate le alleanze coi partiti tradizionali nelle elezioni amministrative. Questo implica, come prima conseguenza, la legittimazione della ricandidatura di Virginia Raggi al comune di Roma nella primavera 2021. Ma Raggi a Roma era stata (si era) solennemente (daje) candidata appena prima della consultazione della “base”: “Non ci sto ad apparecchiare la tavola per far mangiare quelli di prima” (il Pd). Sicché la conseguenza intera è che 1) Raggi è ricandidata e 2) che i partiti tradizionali (il Pd) coi quali ora è lecito allearsi non possono che appoggiare la candidatura di Raggi. Fatto compiuto: non si fa rientrare il dentifricio nel tubetto. Direte che resta sempre l’eventualità di un’alleanza al ballottaggio. Ma il quesito della piattaforma parlava delle elezioni amministrative, non dei soli ballottaggi. E’ già qualcosa, direte. Infatti. E’ un passo. Di questo passo riusciranno a richiudere la scatoletta di tonno. A testa alta.

Di più su questi argomenti: