cerca

E' il ripudio del termine "buonisti" la precondizione per discutere di migranti

Provo sconcerto ogniqualvolta vedo qualcuno abusare di quella parola

1 Agosto 2020 alle 06:00

E' il ripudio del termine "buonisti" la precondizione per discutere di migranti

(foto LaPresse)

Giacomo Papi ha scritto qui un articolo molto bello, intitolato: “I migranti e il rischio di essere tacciati di buonismo”. Vi si esprimeva fra l’altro lo sconcerto per l’impiego del termine “buonisti”, in un’intervista a questo giornale, da parte del responsabile per la sicurezza del PD, Carmelo Miceli. Nel mio caso lo sconcerto è stato doppio, perché ho conosciuto bene – bene, credo – Miceli nella veste di avvocato di parte civile nel processo trapanese per l’assassinio di Mauro Rostagno. Penso che qualunque discussione sul punto dei migranti e su quello delle migrazioni - per distinguere almeno fra le persone e il “problema” - debba avere come condizione preliminare il ripudio della parola “buonisti”, anche solo per inciso (“con buona pace dei buonisti”). E’ una parola d’ordine: alla rovescia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • mristoratore

    02 Agosto 2020 - 10:42

    Ieri ho commentato questo articolo scrivendo che il termine buonismo scomparirà quando nessuno sarà più buonista. Perché non mi avete pubblicato? Lo stesso è avvenuto per altri commenti inviati. È un problema tecnico? Sono in una black list? Scrivo sono sciocchezze?

    Report

    Rispondi

  • mristoratore

    01 Agosto 2020 - 20:01

    La parola scomparirà quando si smetterà di essere buonisti

    Report

    Rispondi

  • gheron

    01 Agosto 2020 - 13:47

    Finalmente! Sembra prender piede la corretta moda di dare il nome giusto a cose, fatti e persone: pane per il pane, trafficanti di schiavi per gli "agevolatori" di immigrati clandestini, papponi per gli importatori di faccette nere e non solo. Resta il problema della saturazione, qui da noi, dei "posti di lavoro" per questi poveracci. Ma a loro, sono certo, provvederanno, bene, i nostri cacabontà.

    Report

    Rispondi

  • Daria

    01 Agosto 2020 - 10:02

    Tutto il terzo mondo ha il diritto ad entrare in Italia....tranne i tunisini?? Non sono abbastanza neri? Razzismo al contrario?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi