La rigenerazione di Corvetto

Paola Bulbarelli

“Lacittàintorno”, il nuovo programma per il quartiere firmato Fondazione Cariplo

Si inizia con il taglio del nastro e si finisce il giorno dopo con sport e spettacolo. L’inaugurazione di “Lacittàintorno”, programma di rigenerazione urbana integrata nel quartiere Corvetto, nasce dal progetto partito nel 2017 per “accorciare le distanze” tra luoghi e comunità. Fondazione Cariplo ha raccolto diversi attori per un progetto importante, un modello d’intervento vuole essere, che si fonda sul protagonismo delle comunità nei processi di sviluppo locale. Il Comune di Milano, con cui Fondazione Cariplo ha siglato un protocollo d’intesa, Fondazione Snam e il dipartimento di Architettura e Studi urbani del Politecnico hanno dato vita a Made in Corvetto, per trasformare aree urbane fragili in nuovi luoghi di incontro e sviluppo culturale e sociale, agevolando anche la genesi di nuove attività economiche. “Con il programma Lacittàintorno, Fondazione Cariplo ha investito 10 milioni di euro per migliorare la qualità della vita e dell’integrazione nei quartieri periferici di Milano – spiega Giovanni Fosti, presidente della fondazione – Il ‘Punto di comunità’ Made in Corvetto, è parte di questo investimento.

 

La progettazione di questi spazi è frutto dell’ascolto delle persone e delle associazioni che vivono lì: il mercato, la cucina di comunità, la ciclofficina, i laboratori, sono tutte declinazioni di un luogo pensato e costruito per offrire l’opportunità di stare insieme come comunità e diventare un punto attrattivo per il quartiere”. Negli spazi del Mercato comunale coperto di piazzale Ferrara nasce così Made in Corvetto, che sarà gestito dalla Cooperativa sociale La Strada, già attiva nel quartiere, in collaborazione con altre realtà, a partire dalle associazioni Milano Bicycle Coalition e Terzo Paesaggio. Nelle aree pilota di via Padova-Adriano e Corvetto-Chiaravalle, “Lacittàintorno” ha coinvolto il tessuto sociale fatto di associazioni, cooperative, scuole, gruppi informali e cittadini attivi, nella progettazione e realizzazione di interventi di natura culturale, aggregativa, imprenditoriale e di cittadinanza attiva. Lo Spazio Cucina sarà gestito da due giovani chef nati e cresciuti proprio al Corvetto. Il programma Made in Corvetto punta su un modello di “mercato ibrido” che vede le funzioni commerciali legate all’alimentazione coesistere con funzioni di natura culturale. Una trasformazione che si inserisce in un percorso intrapreso dal Comune di Milano e che sta coinvolgendo tutti i mercati coperti milanesi.

Di più su questi argomenti: