cerca

Milano ha un piano per ridurre l'uso delle auto dopo il lockdown

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Guardian, El Pais, Faz, Le Point e La Vanguardia

22 Aprile 2020 alle 10:29

Milano ha un piano per ridurre l'uso delle auto dopo il lockdown

(foto LaPresse)

Italia: Milano, piano per ridurre uso auto dopo quarantena 

 

Londra, 22 apr 09:08 - (Agenzia Nova) - In risposta alla pandemia di coronavirus, Milano lancerà uno dei più ambiziosi piani in Europa per riallocare gli spazi stradali dalle auto ai pedoni e ai ciclisti. Come riferisce il quotidiano britannico "The Guardian", l'amministrazione comunale ha annunciato che in estate 35 chilometri di strade saranno trasformate in base a una rapida espansione sperimentale degli spazi per pedalare e camminare. L'obiettivo è proteggere i residenti dopo che saranno state allentate le restrizioni per il contrasto alla diffusione del Covid-19

Continua a leggere l'articolo del Guardian 

 

Italia: il coronavirus inverte i ruoli storici del nord e del sud 

 

Madrid, 22 apr 09:08 - (Agenzia Nova) - Le differenze riscontrate nella proliferazione del nuovo coronavirus e nella gestione della crisi sanitaria stanno invertendo i ruoli storici tra nord e sud dell’Italia. Ne parla il quotidiano “El Pais” che sottolinea anche come la questione stia assumendo dei contorni meramente politici per colpire il leader della Lega, Matteo Salvini. Mentre il centro-sud è riuscito a contenere il virus, Lombardia, Piemonte e Veneto, le regioni del nord più colpite, continuano a mantenere cifre preoccupanti. In particolare l'attenzione è rivolta sulla Lombardia, occhiello d'eccellenza italiana, legata al partito di destra di Salvini e che per i più critici andrebbe invece commissariata. Il risultato è il “crollo” del mito lombardo e delle storiche regioni vincenti al nord, scrive il quotidiano.

Continua a leggere l'articolo del Pais 

 

Italia: le librerie riaprono ma i problemi del settore restano 

 

Parigi, 22 apr 09:08 - (Agenzia Nova) - Sebbene siano state autorizzate a riaprire dopo la chiusura imposta nell'ambito delle restrizioni per il coronavirus, a Roma le libreria faticheranno per riprendersi dalla crisi. Lo scrive il settimanale francese “Le Point” in un reportage realizzato nella capitale. Il settore era già in forti difficoltà prima dello scoppio della pandemia. La decisione di far riaprire le libreria presa dal governo del presidente del Consiglio Giuseppe Conte non è stata accolta positivamente da tutti. Alcune regioni, soprattutto al nord, hanno deciso di attendere per prudenza. Il gruppo Librai Editori Distribuzione (Led) in un messaggio aperto ha chiesto al governo certezza sugli aiuti finanziari promessi. “Non è un gesto simbolico ma è il riconoscimento del fatto che il libro è un bene essenziale” , ha scritto in un tweet il ministro per i Beni e le Attività culturali e il Turismo, Dario Franceschini. Secondo l'Associazione librai italiani tra il 2012 e il 2017 hanno chiuso più di 2.300 librerie.

Continua a leggere l'articolo del Point 

 

Auto: Fca riprenderà la produzione in alcune fabbriche in Italia 

 

Madrid, 22 apr 09:08 - (Agenzia Nova) - Il gruppo automobilistico italo-statunitense Fiat Chrysler Automobiles (Fca) riprenderà parzialmente la produzione in alcune fabbriche in Italia dal 27 aprile prossimo. I sindacati hanno spiegato in una nota comune che Fca vuole riprendere la produzione del furgone commerciale Ducato nella sua fabbrica di Sevel, nella città di Chieti, e che la decisione riguarderà altri impianti che fabbricano componenti come quello di Mirafiori a Torino, di Melfi, Pomigliano d'Arco e Termoli. I sindacati - scrive il quotidiano catalano “La Vanguardia” - hanno chiesto al gruppo una riunione urgente per preparare e verificare le misure di sicurezza per i lavoratori e hanno chiesto al governo di pronunciarsi pubblicamente su questa ripresa delle attività da parte di una delle aziende più importanti in Italia, in modo che i dipendenti andare a lavorare in condizioni di sicurezza sanitaria.

Continua a leggere l'articolo della Vanguardia 

 

Italia: Genova, nuovo viadotto sul Polcevera simbolo di speranza e ricostruzione 

 

Berlino, 22 apr 09:08 - (Agenzia Nova) - In fase di completamento, il nuovo viadotto sul Polcevera a Genova, progettato dall'architetto Renzo Piano, è un simbolo di speranza e ricostruzione per l'Italia, gravemente colpita dalla pandemia di coronavirus. È quanto afferma il quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”, ricordando che il crollo dell'infrastruttura, avvenuto il 14 agosto 2018, provocò 43 vittime, 11 feriti e 566 sfollati. Nel cantiere della ricostruzione, si lavora giorno e notte per collocare l'ultima sezione del nuovo viadotto, lunga 70 metri, entro il 26 aprile prossimo. Il sindaco di Genova, Marco Bucci, auspica che i lavori giungano a termine in anticipo, poiché il 25 aprile in Italia si celebra il 75mo anniversario della liberazione dal fascismo e dall'occupazione tedesca. Indipendentemente da quando terminerà la ricostruzione del viadotto sul Polcevera, non vi saranno cerimonie, poiché gli eventi pubblici sono vietati dalla quarantena in vigore in Italia contro il coronavirus fino al 3 maggio prossimo.

Continua a leggere l'articolo della Faz 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi