cerca

A Bologna si testano nuove mascherine per i medici

La rassegna dei giornali internazionali sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Telegraph, El Pais, Les Echos, Faz e Figaro

17 Aprile 2020 alle 12:09

A Bologna si testano nuove mascherine per i medici

(foto LaPresse)

Italia: coronavirus, continuano i test per trovare nuovi modelli di maschere

 

Parigi, 17 apr 08:47 - (Agenzia Nova) - In Italia si stanno testando dei nuovo prototipi di maschere chirurgiche che potrebbero essere impiegate dal personale ospedaliero nell'ambito dell'emergenza coronavirus. Lo riferisce il quotidiano francese “Le Figaro”, spiegando che all'ospedale di Sant'Orsola, a Bologna, un gruppo di medici e specialisti sta lavorando 24 ore su 24 per testare il maggior numero possibile di modelli. “Non è facile fabbricare una maschera. Sembra semplice ma non lo è. Deve essere sufficientemente aperta per permettere di respirare e sufficientemente chiusa per bloccare l'aerosol”, ha spiegato Cristiana Boi, professoressa di ingegneria chimica all'Università di Bologna. I test vengono effettuati in diverse fasi che comprendono la capacità di respirare attraverso la maschera, la vaporizzazione con dei batteri e l'estrazione dei batteri dal modello.

Continua a leggere l'articolo del Figaro 

 

Ue: von der Leyen, "giusto che l'Europa offra sincere scuse all'Italia" 

 

Madrid, 17 apr 08:47 - (Agenzia Nova) - L'Europa non era lì quando l'Italia ne aveva più bisogno e per questo dovrebbe scusarsi. Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in merito alla mancanza di coordinamento degli Stati membri dell'Ue durante la crisi sanitaria ed economica causata dal coronavirus, rammaricandosi della mancanza di solidarietà con l'Italia nelle prime fasi della pandemia. "È giusto che l'Europa nel suo insieme offra sincere scuse", ha affermato in un discorso al Parlamento europeo e ripreso dalla stampa spagnola. Per von der Leyen, il cambiamento nell'atteggiamento dell'Ue è evidente. "Ora è diventata l'epicentro mondiale della solidarietà", ha detto in riferimento agli scambi di aiuti sempre più comuni tra paesi. I sondaggi però indicano che gli italiani stanno perdendo fiducia nell'Ue. Il 72 per cento ritiene che l’Ue non abbia fatto nulla in questa crisi, secondo “Noto Sondaggi”, e coloro che si consideravano degli europeisti convinti sono passati dal 64 al 49 per cento. 

Continua a leggere l'articolo del Pais 

 

Italia: dibattito sul rilancio delle attività in Lombardia 

 

Parigi, 17 apr 08:47 - (Agenzia Nova) - Polemiche in Italia per il riavvio delle attività commerciali e industriali in Lombardia, la regione più colpita dal coronavirus. Lo scrive il quotidiano francese “Les Echos”, spiegando che secondo gli esperti la situazione è ancora troppo precaria. “La Lombardia riprenderà il cammino della libertà preparando la nuova normalità”, ha detto il presidente della regione, Attilio Fontana. Un posizione che contrasta con quella del governo, che cerca di mettere a punto un'uscita dalla quarantena progressiva su scala nazionale. Il 20 aprile il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, prenderà delle decisioni in merito alla riapertura di alcune filiere. Intanto, in tutto il paese 65mila aziende hanno già rilanciato la produzione. “Riaprire è un errore”, ha commentato il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli. 

Continua a leggere l'articolo di Les Echos 

 

Italia: bisnonna guarisce da coronavirus nello stesso giorno del nipote 

 

Londra, 17 apr 08:47 - (Agenzia Nova) - Il quotidiano britannico "The Telegraph" riferisce che un'italiana di 102 che è guarita dal coronavirus nello stesso giorno del suo bisnipote di soli due anni. La vicenda sottolinea come il contagio possa colpire persone di tutte le età e al tempo stesso offre conforto, soprattutto agli anziani che continuano a pagare il prezzo più alto della pandemia. Il "Telegraph" racconta poi serie di curiose scuse utilizzate da cittadini italiani per aggirare le regole della quarantena. In particolare, si segnala una donna multata dalla Polizia per essere uscita di casa pretendendo di dover portare a passeggio la sua tartaruga.

Continua a leggere l'articolo del Telegraph 

 

Calcio: coronavirus, Figc valuta di giocare a Roma tutte le partite rimanenti 

 

Berlino, 17 apr 08:47 - (Agenzia Nova) - La Federazione italiana giuoco calcio (Figc) sta valutando la possibilità di disputare a Roma tutte le partite del campionato di Serie A che rimangono dopo la sospensione delle attività e manifestazioni sportive, decisa dal governo nel quadro della quarantena contro il coronavirus. È quanto riferisce il quotidiano “Frankfurter Allgemeine Zeitung”. In particolare, il presidente della Figc Gabriele Gravina ha dichiarato: “Un campionato senza partite in Italia settentrionale è una possibilità a cui pensiamo”. L'obiettivo è non giocare le partite negli stadi del nord, le cui regioni sono le più gravemente colpite dalla pandemia di coronavirus. Intanto, la Figc ha proposto un protocollo per riprendere le partite dopo la conclusione della quarantena, in vigore fino al 3 maggio se non vi saranno ulteriori proroghe. Si prevede di riavviare il campionato di calcio in tre fasi a cominciare dalla Serie A, cui seguiranno le Serie B e C. 

Continua a leggere l'articolo della Faz

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi