cerca

Sanremo al cupolone

Il party con i creativi che hanno disegnato i vestiti di Achille Lauro e Tosca (stanchissima) a Ponte Milvio

13 Febbraio 2020 alle 12:24

Sanremo al cupolone

(foto LaPresse)

Sanremo è finito da qualche giorno, la stanchezza di chi lo ha seguito è stata quasi come quella di chi ci ha lavorato e le performance, le canzoni, gli show nello show dagli share altissimi sono ancora nella memoria di molti. Poi, pensi di andare alle Officine delle Arti a Ponte Milvio per una serata dedicata a Dario Argento – prossimo ai 70 anni e ai 50 di carriera – e invece, anche lì, c’è qualche strascico della città dei fiori con Tosca che arriva cantando “Ho amato tutto”, così stanca da farci spaventare davvero. Da Aforisma, in piazza Barberini, facciamo quattro salti alla serata danzante organizzata da Giardino The Party e anche lì, canzoni su canzoni del Festival, con Lorenzo D’Elia di Gucci che col suo super team capitanato dal direttore creativo Alessandro Michele, senza dimenticare Nicoló Cerioni e Angelo Calculli, hanno realizzato i quattro look genderless di Achille Lauro. Geni veri.

 

Grazie alla maison fiorentina ci si sposta al caffè del Palazzo delle Esposizioni alla presentazione di “Farmacia Notturna”, il libro fotografico dei gemelli registi Fabio e Damiano D’Innocenzo pubblicato da Contrasto, presto a Berlino con il nuovo film “Favolacce”. E’ talmente una favola amara trovare a Roma una farmacia notturna aperta vicino al posto in cui si abita, che è quasi più facile che nevici ad agosto. Meglio abbandonarsi alle confidenze: quella vera, pubblicata da Einaudi, è tutta per Domenico Starnone al Teatro Eliseo con amici, scrittori e non, Elena Ferrante compresa. Gian Arturo Ferrari è il primo “Ragazzo Italiano”, come recita il titolo del suo libro Feltrinelli. Roberto Cicutto, neo presidente della Biennale di Venezia è in splendida forma alla presentazione della Quadriennale di Roma in un Tempio di Adriano sold out più di quando c’è Vespa. E’ un “rivoluzionismo”? Sanremo docet.

Giuseppe Fantasia

È nato a L’Aquila, ma vive a Roma, ha una laurea in Legge, ma ha scelto di fare il giornalista. Scrive per l'HuffPost Italia, Marie Claire ed Elle Decor. Su Il Foglio si occupa delle pagine culturali, scrive di libri, arte e spettacolo e ogni giovedì c'è "Odo Romani far Festa", la sua rubrica da cui viene fuori tutto il meglio (e il peggio) delle feste della Capitale e non solo. GiFantasia su Twitter, @gifantasia, su Instagram

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi