cerca

Attrazione domiciliare

Flash mob, esibizioni canore, esercizi di yoga, aperitivi: tutto online. L’Apocalisse è un party digitale

26 Marzo 2020 alle 11:02

Attrazione domiciliare

(foto Unsplash)

Il virus ci ha trasformati un po’ tutti in bestie da soma ancora poco addomesticate, caricandoci la schiena con bustoni dopo ogni “gita” fuori porta (di casa) al supermercato o in farmacia, coperti (manca la spada luminosa) come Darth Vader in Star Wars, anche se avremmo preferito la mise per la festa erotica di Eyes Wide Shut, di sicuro più divertente. Hanno a che fare con privazione e frustrazione anche le “Bestie di scena” di Emma Dante che, dopo il Teatro Argentina e il Piccolo, riguardiamo online. Tra un bicchiere di rosso in cucina e un vodka tonic sul divano, passiamo dalla giornata per Dante Alighieri (il Dantedì) a “Leggiamo a casa” con Feltrinelli, tra libri, conversazioni e incipit della buona notte. Alessia Marcuzzi lancia l’hashtag #torneremoadabbracciarci con un video commovente, la regista Elisa Fuksas canta con Saturnino, entrambi con giacca leopardata, l’attrice Elettra Mallaby cucina e fa yoga, l’artista Francesco Quadri disegna i romani in quarantena e Paolo Conticini saluta i fan come Geppi Cucciari, tra curiosità sarde e unicorni. Mentre Tea Falco si preoccupa delle conseguenze del virus in Giappone, Albertina Marzotto lancia la sfida très chic del “Camouflage Challenge” e Barbara Notaro Dietrich coccola il suo animale “domestico” Topsy, un riccio che ha lo stesso nome del vombato di William Morris. Bella davvero l’idea di Francesca Via e di Alessandro Russo di fare una colletta nel mondo del cinema per aiutare un homeless e il suo cane Rex. La “tuDa” rosa shock indossata da Agnese Pompei è perfetta per studiare le figure retoriche, ma mai quanto i video di Cristina Cavallucci con Alberto Di Pasquale o quelli del comico Paolo Camilli, davvero geniali. La sua Agenda da Quarantena è virale: tra tutti questi flashmob e aperitivi online, meglio vedersi alla prossima fine del mondo così facciamo tutto con più calma.

Giuseppe Fantasia

È nato a L’Aquila, ma vive a Roma, ha una laurea in Legge, ma ha scelto di fare il giornalista. Scrive per l'HuffPost Italia, Marie Claire ed Elle Decor. Su Il Foglio si occupa delle pagine culturali, scrive di libri, arte e spettacolo e ogni giovedì c'è "Odo Romani far Festa", la sua rubrica da cui viene fuori tutto il meglio (e il peggio) delle feste della Capitale e non solo. GiFantasia su Twitter, @gifantasia, su Instagram

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi