Aperitivi virtuali

Giuseppe Fantasia

Le feste si fanno solo on-line. Da Danila Nesi si brinda via Skype e anche i musei si organizzano per visite in rete

“Dalle feste a #TuttiaCasa” eccoci qui, in un momento eccezionale in cui servono-come ricorda Alberto Angela, “comportamenti eccezionali”. Chi non è scappato al Circeo o a Capalbio – dove, dicono, “è pieno de’ milanesi che pare agosto” – si è organizzato come può, tranne la sindaca Raggi che è in quarantena da sempre.

 

C’è smarrimento, le piazze e le vie sono deserte, ma ci si può arricchire di cultura grazie alla Fondazione Musica per Roma che invita a ritrovarsi sui suoi canali social dove pubblica ogni giorno video dall’archivio e playlist. Le Gallerie Nazionali d’Arte Antica Barberini Corsini permettono la narrazione del museo e delle mostre, da Orazio Borgianni a Rembrandt, e quelli offerti online dal Maxxi sono dei viaggi speciali tra le opere più iconiche della collezione e non solo. I libri si devono leggere e si possono anche ascoltare grazie a Radio Tre e a Rai Play dove troverete tanti audiolibri, ma anche film e doc. Rai Movie offre quelli di Totò e “Nessuno si salva da solo”, non certo a caso. Elisabetta Sgarbi usa l’hashtag #IoRestoaLeggere diffondendo sui social de La Nave di Teseo e Baldini+Castoldi molte clip dei suoi autori ed è proprio sui social che adesso si incontrano gli amici: basta usare l’App House Party che permette a persone distanti di avvicinarsi con videochiamate gratis molto amate dai millennials e da alcuni colleghi, Antonella Nesi in primis, che l’ha inaugurate a calici di vino rosso. Se dovete uscire e non avete la mascherina, seguite l’utile tutorial di Barbara Palombelli per farne una con carta da forno ed elastici. Ognuno si ingegna come può, ma Giorgio Scarselli, proprietario del ristorante “Il Bikini”, più di tutti: è sua l’idea dell’hashtag #RestoMaComemiVesto da usare ogni volta che si pubblica la foto del look di come stiamo in casa. Che paura! Al migliore andrà un litro di Amuchina.

Di più su questi argomenti: