cerca

It’s the economy, stupid

L’Italia in trappola nella quiete che precede la tempesta

Catalogo delle nuvole nere già addensate all’orizzonte. Dal deficit al debito, dal pil agli investimenti, i pericoli da affrontare in vista dell’appuntamento fatale con la legge di Stabilità per il 2020. Lo spettro degli interventi straordinari

19 Maggio 2019 alle 06:00

L’Italia in trappola nella quiete che precede la tempesta

Foto Pixabay.com

Aprile è il mese più crudele? Forse nel mondo di Thomas Stearns Eliot, in Italia invece il più crudele è senza dubbio settembre, e lo è diventato per lo meno da quel fatidico settembre 1992 quando la lira chiuse il suo ciclo millenario e il governo guidato da Giuliano Amato mise le mani nei conti correnti degli italiani. Di mesi nient’affatto buoni, in realtà, di qui all’appuntamento fatale con la legge di Stabilità per il 2020, ce ne saranno parecchi:...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    19 Maggio 2019 - 22:10

    Al netto dell'analisi esatta ed esaustiva. Consumeremo gli ultimi cinque giorni di orgiastica tetra follia tra condanne morali, sputtanamenti, insinuazioni, sospetti, pregiudizi, proclami d’odio e di divisioni, gli intellettuali spareranno le cartucce di riserva, la Chiesa sarà in campo per “giudicare secondo ch’avvinghia”. Nel mondo attuale, dominato dalla disinformazione di parte, dalle piazze del “percepito emozionale", non facciamo eccezione. Però accentuiamo, di molto. Già, accentuiamo perché c'è una parte, ben attrezzata che non va per il sottile: Salvini va distrutto. Metodo Patronaggio.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    19 Maggio 2019 - 21:09

    Al netto dell'analisi esatta ed esaustiva. Consumeremo gli ultimi cinque giorni di orgiastica tetra follia tra condanne morali, sputtanamenti, insinuazioni, sospetti, pregiudizi, proclami d’odio e di divisioni, gli intellettuali spareranno le cartucce di riserva, la Chiesa sarà in campo per “giudicare secondo ch’avvinghia”. Nel mondo attuale, dominato dalla disinformazione di parte, dalle piazze del “percepito emozionale", non facciamo eccezione. Però accentuiamo, di molto. Già, accentuiamo perché c'è una parte, ben attrezzata che non va per il sottile: Salvini va distrutto. Metodo Patronaggio.

    Report

    Rispondi

  • Chichibio

    19 Maggio 2019 - 12:12

    Io speriamo che me la cavo.

    Report

    Rispondi

Servizi