cerca

Il coronavirus in Italia. La mappa del contagio

Dai due turisti cinesi positivi a Roma a fine gennaio, sino ai focolai in Lombardia e Veneto. Dove si è diffuso il SarsCoV2. Infografiche

30 Marzo 2020 alle 17:52

Il coronavirus in Italia. La mappa del contagio

Foto LaPresse

Lo scorso 29 gennaio in Italia venivano riscontrati i primi due casi di persone contagiate da coronavirus SarsCoV2. Due turisti cinesi erano stati ricoverati all'istituto Spallanzani di Roma e lì curati dai medici dell'ospedale. Il 6 febbraio un nuovo caso veniva segnalato a Roma: si trattava di uno dei nostri connazionali rimpatriati da Wuhan.

  

Dove si è diffuso il coronavirus. La mappa dei contagi

Dall'epicentro di Wuhan alla diffusione fuori dai confini della provincia di Hubei. Cos'è il Sars-CoV-2 e dove sono stati confermati i casi di contagio. Infografiche

 

  

Dal 21 febbraio la situazione si è aggravata e sono stati individuati i primi casi di persone contagiate dal virus nel nostro territorio. Nessuno di loro era stato in Cina. Il primo positivo è stato un uomo di 38 anni di Codogno. Poche ore dopo ad altre due persone veniva riscontrata l'infezione nel padovano, a Vo'. I contagiati in Italia sono 101.739 (attualmente 75.528 i positivi), 11.591 le vittime, anche se, come sottolinea la Protezione civile, questo dato potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. A essere guariti sono in 14.620.

  

La timeline del contagio

     

 


  

La mappa del contagio in Italia

 

I nuovi contagi

 

 

La condizione dei contagiati

 

  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • silvano.mattioli

    27 Febbraio 2020 - 19:14

    Bell'articolo da aggiornare. Finalmente numeri veri che confermano un rischio altissimo.

    Report

    Rispondi

  • fabriziocelliforli

    24 Febbraio 2020 - 13:50

    DOMANDA. Chi, dal dopoguerra ad oggi, come prassi ABITUALE di politica estera HA QUELLA DI FARE I PROPRI PORCI COMODI FACENDO RICADERE la colpa su "il nemico"/il cattivo di turno del Grande Gioco internazionale, talvolta appoggiato precedentemente? Chi si è servito anche della malavita del Paese in cui voleva influire, del quale voleva il controllo, pur di raggiungere i propri scopi??

    Report

    Rispondi

    • Massimo47

      28 Febbraio 2020 - 10:14

      Ma che vuoi dire? E' tutto un "gomplotto"? Ci faccia il piacere?

      Report

      Rispondi

Servizi