Il coronavirus in Italia. La mappa del contagio

Giovanni Battistuzzi

Dai due turisti cinesi positivi a Roma a fine gennaio, sino ai focolai in Lombardia e Veneto. Dove si è diffuso il SarsCoV2. Infografiche

Lo scorso 29 gennaio in Italia venivano riscontrati i primi due casi di persone contagiate da coronavirus SarsCoV2. Due turisti cinesi erano stati ricoverati all'istituto Spallanzani di Roma e lì curati dai medici dell'ospedale. Il 6 febbraio un nuovo caso veniva segnalato a Roma: si trattava di uno dei nostri connazionali rimpatriati da Wuhan.

  

 

  

Dal 21 febbraio la situazione si è aggravata e sono stati individuati i primi casi di persone contagiate dal virus nel nostro territorio. Nessuno di loro era stato in Cina. Il primo positivo è stato un uomo di 38 anni di Codogno. Poche ore dopo ad altre due persone veniva riscontrata l'infezione nel padovano, a Vo'. I contagiati in Italia sono 101.739 (attualmente 75.528 i positivi), 11.591 le vittime, anche se, come sottolinea la Protezione civile, questo dato potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. A essere guariti sono in 14.620.

  

La timeline del contagio

     

 


  

La mappa del contagio in Italia

 

I nuovi contagi

 

 

La condizione dei contagiati

 

  

Di più su questi argomenti: