cerca

Medici disertori e aziende traditrici. Come nascono le fake news della pandemia

Da Napoli a Brescia. Giornalismo a colpi di pregiudizi

21 Marzo 2020 alle 06:00

Medici disertori e aziende traditrici. Come nascono le fake news della pandemia

(foto LaPresse)

Roma. Lo abbiamo visto chiaramente con la dichiarazione a dir poco infelice del presidente del Veneto Luca Zaia sui “topi vivi” mangiati dai cinesi: l’epidemia da coronavirus sta facendo emergere i nostri pregiudizi, verso gli altri, ma anche verso noi stessi. In questo clima bellico è proprio sulla base di due stereotipi consolidati, quello del dipendente statale meridionale assenteista e quello dell’imprenditore settentrionale avido, che da alcuni giornali è partito un infondato attacco ai supposti “disertori” e traditori.   Il...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Luciano Capone

Luciano Capone

Sono cresciuto in Irpinia, a Savignano. Sono al Foglio da 12-13 anni, anche se il Foglio non l’ha mai saputo, da quando è diventato la mia piacevole lettura quotidiana. Dal 2014 sono sul Foglio e stavolta lo sa anche il Foglio. Liberista sfrenato, a volte persino selvaggio.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • ilmeme

    21 Marzo 2020 - 10:18

    Speriamo che stando a casa la gente legga anche (e per intero!) articoli come questo e non si fermi ai titoli delle rassegne stampa. Bravo Capone!

    Report

    Rispondi

  • joepelikan

    21 Marzo 2020 - 09:32

    Bravo! Oggi la serietà della stampa è fondamentale.

    Report

    Rispondi

Servizi