cerca

L’anti trucismo è un affare anche tra Renzi e Berlusconi

Lo schema Ursula e le pazze alleanze. Perché un governo del contenimento non nascerà senza l’approvazione del Cav.

14 Agosto 2019 alle 06:00

L’anti trucismo è un affare anche tra Renzi e Berlusconi
Tra le poche certezze della diciottesima legislatura, una delle più pazze, una delle più pericolose e una delle più divertenti mai registrate nella storia recente della Repubblica italiana, ve n’è una inconfessabile con cui negli ultimi quindici mesi hanno dovuto fare i conti tanto la Lega quanto il Movimento cinque stelle: gli equilibri di questo Parlamento non permettono la nascita di nessuna maggioranza che non abbia l’approvazione diretta o indiretta di quello che è attualmente il secondo gruppo parlamentare del...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Claudio Cerasa

Claudio Cerasa

Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio dal 2005 e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Andrew

    14 Agosto 2019 - 14:02

    Ancora con il patto del nazareno 2! Basta, già dato.

    Report

    Rispondi

  • carlo.trinchi

    14 Agosto 2019 - 13:01

    Berlusconi chi? Quello dell’altro ieri che invocava Salvini a mollare i 5S e a formare una destra contro i grillini? O il Berlusconi di Renzi e della legge elettorale per governare, loro, insieme il 4 marzo? Quale Berlusconi? Quello attuale è quello che gioca a poker e rilancia visto il momento politico della Lega? Poi ci si chiede perché Salvini non si fidava di FI. Questa è la realtà ma FI è finita per fine naturale del leader che la fondo’. 83 anni non sono bruscolini. Punto. Qualsiasi governo faranno sarà un aborto. Renzi è quello che è e i 5S con le loro stravaganze sono il nulla. Calenda stenta a prendere il volo. Paura di volare? Forse. Zingaretti se non osa ora torni in regione a tempo pieno perché la politica non è per lui. Questo si vede direttore e lasci perdere le alchimie di palazzo perché i personaggi sono quello che sono e Salvini, tutto dire, ci sguazza.

    Report

    Rispondi

  • albertoxmura

    14 Agosto 2019 - 13:01

    L'unica persona seria nel PD è Carlo Calenda. Zingaretti è privo di idee, Renzi un politicante di infimo livello, un mestatore dedito a sotterfugi, furbate, espedienti per promuovere il suo potere personale senza alcun riguardo al bene del Paese. Lo dimostra la sua indecorosa piroetta sui 5S. Vada al diavolo! Aggiungo che il trucismo di Salvini è una recita con poca sostanza. I 5S stelle invece sono molto pericolosi e profondamente antidemocratici. Sono loro che vanno arginati e la migliore maniera per farlo è andare subito a nuove elezioni.

    Report

    Rispondi

  • Mario 1

    14 Agosto 2019 - 12:12

    Cavaliere o no L'Italia sarà sempre incasinata per colpa della nostra costituzione troppo garantista che però garantisce il massimo caos ,tutti comandano e nessuno risolve ,e sopratutto mai un responsabile , fino a quando arriverà un Truce Vero che gli Italiani accoglieranno a piene mani STUFI di questi casini e dei POLITICANTI DA POLTRONE.,da ex simpatizzante da 40 anni della sinistra ho capito che di sinistra ci sono le parole, e soli discorsi acculturati senza significato come quelli di alcuni giornalisti .

    Report

    Rispondi

Servizi