cerca

L’ora dei cattivi

I governi ostili all’occidente sfruttano questa crisi da coronavirus. Noi siamo disorientati, per loro è un’occasione d’oro. Dalla propaganda cinese al greggio

L’ora dei cattivi

(foto Alexei Druzhinin, Sputnik, Kremlin Pool Photo via AP)

Ci illudiamo che i governi ostili che hanno dei conti da regolare con l’occidente abbiano dichiarato una tregua a causa del coronavirus ma, come in tanti altri campi, ci stiamo sbagliando anche su questo. C’è un detto inglese che riassume bene la situazione: “Never waste a good crisis”, non si spreca mai una bella crisi e Cina, Russia, Iran, sauditi e il resto dell’assortimento che vorrebbe un occidente più debole non se lo sono fatto ripetere due volte. Hanno visioni...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    17 Marzo 2020 - 19:09

    Nessuna civilà , visione del mondo, cultura, religione, ideologia, è riuscita ad eliminare la spietatezza della legge del più forte. La tecnologia ha addirittura ampliato i modi di esserlo. A quelli militari, economici, si sono aggiunti quelli della comunicazione, del loro controllo e capacità di diffusione. Consoliamoci: abbiamo fatto tutto da soli, in casa nostra, senza imposizioni aliene. Indignamoci, esecriamo i più forti, sempre ci sono stati e ci saranno, È utopia imbelle pensare che i più forti o che tali si ritengono, rinuncino spontaneamente a non usare la loro forza per espandersi, conquistare terre e mercati. La Storia ci racconta che non è mai accaduto.

    Report

    Rispondi

  • paper

    17 Marzo 2020 - 16:34

    per favore, rendete quest'articolo aperto!! merita la massima diffusione!

    Report

    Rispondi

  • Milena C.

    Milena C.

    17 Marzo 2020 - 16:27

    Articoli come questo mi rendono felice dell'abbonamento. Grazie.

    Report

    Rispondi

  • mapatri

    17 Marzo 2020 - 16:07

    Bell'articolo, ma la lettura conferma l'ovvietà, ovvero che gli interessi sono da tutti perseguiti in ragione della propria convenienza. Cosa è stato?, propaganda ben condotta dall'informazione, dalla letteratura, dal cinema o forse il ruolo degli USA nelle due guerre mondiali, possono aver creato l'illusione dell'altruismo in politica. Restando nella politica estera, se nelle crisi ci sono opportunità, quella ora da cogliere dovrebbe essere nella maggiore attenzione agli interessi europei, quel nano politico incapace di andare oltre la convenienza dei suoi più forti membri. Nel solo fatto che è difficile immaginare un tale sviluppo, c'è la crisi dell'Unione.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi