cerca

A Hollywood spunta il vademecum per un cinema "inclusivo"

Una lettera aperta firmata da 125 produttori indipendenti non bianchi vuole fare pressione per sradicare il razzismo: mai prima d'ora il cinema era stato inteso come una bacchetta magica per educare le masse

20 Giugno 2020 alle 06:00

A Hollywood spunta il vademecum per un cinema "inclusivo"

L'attore Lil Rel Howery durante una manifestazione in favore di Black Lives Matter organizzata a Los Angeles (foto LaPresse)

I cinema italiani hanno riaperto – non tantissimi, la maggior parte richiede personale sproporzionato rispetto ai pochi biglietti vendibili – e sembra il mondo alla rovescia. I film nuovi escono sulle piattaforme streaming. Le sale mettono in cartellone titoli che gli spettatori hanno già potuto vedere online. Per sperare in qualcosa di nuovo bisogna aspettare il 22 luglio, se confermeranno l’uscita del Pixar-movie “Onward – Oltre la magia”. L’appuntamento (mondiale) del 17 luglio con “Tenet” di Christopher Nolan è slittato...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Mariarosa Mancuso

Critica cinematografica, ha studiato filosofia e ha cominciato a occuparsi di cinema per le radio della svizzera italiana. Lavora per Il Foglio sin dai primi numeri e ha tradotto i racconti di Edgar Allan Poe. Ha raccolto le recensioni di un anno di lavoro in un libro del Foglio che ha preso il nome dalla rubrica del sito, Nuovo cinema Mancuso. Nel 2010 Rizzoli ha aggiornato e ristampato Nuovo cinema Mancuso, con la partecipazione di Giuliano Ferrara e Aldo Grasso.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi