Cesare Romiti al funerale dell'Avvocato Gianni Agnelli (foto LaPresse)

Quell'unico, meraviglioso gesto di Cesare Romiti

Camillo Langone

L'ex dirigente della Fiat non era né elegante né colto, ma al funerale dell'Avvocato Agnelli rimase in piedi per tutta la funzione: come un cavaliere antico

Un bel morir tutta la vita onora. Anche un bel gesto. Cesare Romiti diresse la Fiat quando la Fiat produceva automobili brutte, e patì il confronto col suo datore di lavoro che era l’uomo più affascinante d’Italia, Gianni Agnelli. Romiti non era elegante, non risultava colto né simpatico (Craxi lo definì un “energumeno”). Però una cosa meravigliosa la fece: nel 2003, già vecchio, rimase in piedi per tutta la durata della messa funebre dell’Avvocato. Fu un gesto da cavaliere antiquo. Un nobile omaggio. Di fronte al quale mi alzo in piedi io, ora.

Di più su questi argomenti:
  • Camillo Langone
  • Vive a Parma. Scrive sui giornali e pubblica libri: l'ultimo è "Eccellenti pittori. Gli artisti italiani di oggi da conoscere, ammirare e collezionare" (Marsilio).