cerca

La grande balla dell’estremismo moderato

Arrendersi al bipolarismo tra M5s e Lega? La competizione tra populismi ha alimentato l’illusione che Di Maio e Salvini possano avere un volto non populista. La differenza tra classe dirigente e digerente e il vaccino contro un governo fuori controllo (spread a 280)

15 Maggio 2019 alle 06:00

La grande balla dell’estremismo moderato

Foto LaPresse

Il tema politico del momento, al di là di tutti i possibili giochi con la palla di vetro sul futuro del governo, riguarda una questione interessante e forse persino imbarazzante di fronte alla quale si saranno ritrovati molti di voi negli ultimi giorni leggendo i resoconti relativi ai quotidiani scazzi di governo. Il tema, in modo brutale, potrebbe essere sintetizzato così: ma un osservatore critico con il governo, come si deve comportare quando uno tra Di Maio e Salvini volontariamente...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Claudio Cerasa

Claudio Cerasa

Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio dal 2005 e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    15 Maggio 2019 - 14:02

    Riflettendo - Crediamo che soluzione del legno storto possa scaturire dalle sue storture, Tutto regolare: il loop è obbligato. .

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    15 Maggio 2019 - 13:01

    Al direttore - L’unica condizione che potrebbe sortire qualche risultato: un armistizio che durasse almeno tre anni pieni, tra le fazioni nostrane. Illusione, dolce chimera sei tu …

    Report

    Rispondi

  • bezzicante

    15 Maggio 2019 - 11:11

    Come scrisse Ferrara - se non sbaglio - un anno fa: "Noi siamo contro per quello che sono, non per quello che fanno [o dicono]". E la discussione è bell'e chiusa. Definitivamente.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni Attinà

    15 Maggio 2019 - 09:09

    Caro Cerasa, adesso lo spread è addirittura a 290, con tutte le ripercussioni negative in termini di interessi da pagare. Fatto è che all'orizzonte tutto sembra fosco, per non dire nero, con l'Italia politica che deve essere rifondata. SI parla e si scrive di un nuovo partito moderato, ma non mi pare che la classe politica che si oppone a questo governo abbia idee chiare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi