cerca

le capriole di renzi, dei 5s, del pd e della lega

Il Senato autorizza il processo a Salvini. Ma nel festival di incoerenze nessuno può dirsi assolto

Il M5s, ex alleato della Lega, manda a processo il segretario di un partito con cui ha governato. Renzi dice che tutto il governo era responsabile, non solo Salvini, e il Pd grida contro i decreti sicurezza che però poi non cambia

Email:

allegranti@ilfoglio.it

30 Luglio 2020 alle 18:32

Renzi

Renzi (La Presse)

L'assemblea del Senato ha approvato la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti del leader della Lega Matteo Salvini sul caso della nave Open Arms. I voti favorevoli sono stati 149 , i contrari 141. Matteo Salvini si appresta ad andare a processo per il caso Open Arms dopo il via libera di M5s, Pd e Iv. Cioè, anzitutto, dopo il voto del partito che ha avuto Salvini come ministro dell’Interno, Giuseppe Conte, come presidente del Consiglio del Conte 1,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

David Allegranti

David Allegranti, fiorentino, 1984. Al Foglio si occupa di politica. In redazione dal 2016. È diventato giornalista professionista al Corriere Fiorentino. Ha scritto per Vanity Fair e per Panorama. Ha lavorato in tv, a Gazebo (RaiTre) e La Gabbia (La7). Ha scritto cinque libri: Matteo Renzi, il rottamatore del Pd (2011, Vallecchi), The Boy (2014, Marsilio), Siena Brucia (2015, Laterza), Matteo Le Pen (2016, Fandango), Come si diventa leghisti (2019, Utet). Interista. Premio Ghinetti giovani 2012. Nel 2020 ha vinto il premio Biagio Agnes categoria Under 40. Su Twitter è @davidallegranti. Contatto Signal: +1 718 710 4621

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    31 Luglio 2020 - 13:30

    Sintetico succinto al limite della decenza a fronte delle norme su .........l'articolo è ben scritto ma costringe il lettore a accattà u'iurnale ( il seguito al prossimo numero) anche l'indomani .I giornalisti ma più i direttori la mattina a colazione mangiano pane e volpe.Hurrà e saluti a chi la fa! ( Fanfani filoso razionalista del sec. 19 diceva "chi la fa la copra ").

    Report

    Rispondi

  • Andrew

    Andrew

    30 Luglio 2020 - 23:32

    Con il voto odierno, Renzie, per due poltrone, ha riportato Salvini al 34%!

    Report

    Rispondi

  • Carlo6

    30 Luglio 2020 - 19:54

    Più che la mossa del cavallo questa di Renzi è una mossa allo stai sereno che tutti conosciamo. Renzi non spiazza nessun anzi, rischia di esser spiazzato lui a ragion veduta e fine delle trasmissioni. In quest voto c’è un bel gatta ci cova e per Renzi non è solo il posto al fido Marattin ma qualcosa di indecifrabile che non fa i conti con i numeri elettorali di Italia Viva prima che morta. Queste pericolosità parallele le si fanno con nel carniere almeno un 7% non con un 3%. Ma può anche esser che questi favori alla lunga rendano in rendita di posizione dato che non cresci sui numeri veri. Quest guerra al “TRUCE”, questa volta sembra una guerra tra disgraziati che, impossibilitati ad agire sulle cose concrete si accaniscono sul populista senza averle tolto la piazza. I 5S, correi, ne sono la vergogna ed il PD il liquidarore terminale che da sempre da le carte del potere costituito che conta. Nel mentre l’America è a -32% e noi allo sfascio. Ma questi ci fanno o ci sono? Ci sono ci sono

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    30 Luglio 2020 - 19:46

    All rigth: Salvini a processo, Fontana indagato, una spolverata di assistenzialismo in arrivo e, il Pd a rimorchio dei 5S. Niente potrà mutare questa dipendenza. Di riserva l'arma del referendum sulla riduzione dei parlamentari, Se passasse allontanerebbe le elezioni politiche del 2023. Il suicidio perfetto è in fieri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi