cerca

Gli attacchi di Salvini contro gli immigrati pagano nei sondaggi

La rassegna stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese

16 Luglio 2019 alle 10:03

Gli attacchi di Salvini contro gli immigrati pagano nei sondaggi
Italia: Savoini interrogato sui presunti fondi russi alla Lega
Vienna, 16 lug 08:38 - (Agenzia Nova)  - Il presidente dell'associazione Lombardia-Russia, Gianluca Savoini, è stato interrogato ieri, 15 luglio, dalla Procura di Milano nel quadro delle indagini sui presunti fondi illeciti che la Lega avrebbe ricevuto da Mosca. Davanti ai magistrati, Savoini si è avvalso della facoltà di non rispondere. Come ricorda il quotidiano austriaco “Der Standard”, il presidente dell'associazione Italia Russia, vicino al leader della Lega Matteo Salvini, vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, è al centro dello scandalo. Durante un incontro tenuto il 18 ottobre 2018 all'Hotel Metropol di Mosca, mentre Salvini era in visita nella capitale della Russia, Savoini avrebbe proposto a non meglio precisati confidenti del presidente russo Vladimir Putin un piano per il finanziamento della Lega in vista delle elezioni europee del 26 maggio scorso.Intanto, il vicepresidente del Consiglio, ministro dello Sviluppo economico, del Lavoro e degli Affari sociali Luigi Di Maio, capo politico di quel Movimento 5 Stelle (M5S) che con la Lega forma il governo in carica dal primo giugno 2018, ha chiesto l'istituzione di una commissione di inchiesta sui presunti fondi russi al partito di Salvini. A sua volta, il leader della Lega ha rifiutato di riferire sulla vicenda in Parlamento. “Riferisco sui fatti, non sulle fantasie dei media”, ha dichiarato Salvini.
Continua sullo Standard
 
Italia: gli attacchi di Salvini contro gli immigrati pagano nei sondaggi
Londra, 16 lug 08:38 - (Agenzia Nova)  - Invece di rispondere alle accuse di aver cercato di ottenere finanziamenti dalla Russia, il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini, ministro dell'Intero e leader della Lega e leader della Lega, ha scelto di proseguire la sua campagna propagandistica contro l'immigrazione. Lo scrive oggi il quotidiano britannico "The Times", riferendo dei temi antimmigrazione esposti da Salvini durante un comizio tenuto nello scorso fine settimana a Sassuolo, in provincia di Modena. Per il "Times", la strategia del leader della Lega appare vincente. Secondo un recente sondaggio condotto dall'istituto demoscopico Ipsos, ben il 59 per cento degli intervistati è d'accordo con la politica attuata da Salvini per la chiusura dei porti italiani alle navi delle organizzazioni non governative che soccorrono i migranti nel Mediterrane. Secondo un sondaggio della società Swg, è grazie a questo tipo di retorica di Salvini se oltre il 60 per cento degli italiani continua a essere molto contrario all'immigrazione, nonostante il crollo del numero degli arrivi di migranti in Italia registrato nell'ultimo anno e mezzo. Tutto ciò, conclude il "Times", sta portando il dibattito pubblico in Italia a essere sempre più polarizzato verso le ali estreme dello spettro politico, favorendo Salvini e la Lega.
Continua sul Times
   
   
Sea Watch 3: Procura di Agrigento presenterà ricorso in Cassazione contro rilascio Rackete
Saarbrueck, 16 lug 08:38 - (Agenzia Nova)  - La Procura di Agrigento presenterà ricorso alla Corte di cassazione contro il rilascio del capitano della Sea Watch 3, Carola Rackete, dagli arresti domiciliari cui era stata posta a Lampedusa, deciso dal giudice per le indagini preliminari della città siciliana, Alessandra Vella. È quanto riferito dal quotidiano tedesco “Saarbruecker Zeitung”. Ruben Neugebauer, portavoce di Sea Watch, l'organizzazione non governativa tedesca che opera la Sea Watch 3, si è detto fiducioso che la Cassazione appoggerà la decisione del giudice Vella sul rilascio di Rackete. Il capitano della Sea Watch 3 era stata posta agli arresti domiciliari a Lampedusa per aver violato il blocco posto intorno all'isola in attuazione del decreto sicurezza bis al fine di sbarcarvi i migranti soccorsi al largo della Libia che erano a bordo della nave.

  


   
Imprese: Atlantia entra nel consorzio per il salvataggio di Alitalia
Vienna, 16 lug 08:38 - (Agenzia Nova)  - Principale azienda al mondo attiva nel settore delle infrastrutture autostradali, aeroportuali e legate alla mobilità, Atlantia, holding della famiglia Benetton, è entrata nel consorzio che acquisirà Alitalia per salvarla dall'insolvenza, dichiarata con istanza di fallimento nel 2017. È quanto deliberato dal consiglio di amministrazione di Ferrovie dello Stato italiane (Fs) nella giornata di ieri, 15 luglio. Come riferisce il quotidiano austriaco “Der Standard”, il consorzio per il salvataggio di Alitalia viene quindi a essere composto dal ministero dell'Economia e delle Finanze, da Fs, Atlantia e dalla compagnia aerea statunitense Delta Airlines. Atlantia ha dunque battuto gli altri investitori intenzionati a entrare in Alitalia: il gruppo immobiliare Toto, il presidente della Società sportiva Lazio, Claudio Lotito, e la compagnia di bandiera colombiana Avianca. La holding dei Benetton è già proprietaria di Aeroporti di Roma (AdR), la società che opera gli scali aeroportuali di Fiumicino e Ciampino. “Abbiamo gettato le basi per un piano industriale solido per il riavvio di Alitalia, abbiamo trovato una soluzione e questo è un grande risultato": in questo modo, il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio, ministro dello Sviluppo economico, del Lavoro e degli Affari sociali, nonché capo politico del Movimento 5 Stelle (M5S), ha commentato la formazione del consorzio che rileverà la compagnia di bandiera italiana.
Der Standard
   
Italia: padre al volante si schianta durante diretta Facebook, muore il figlio di 13 anni
Madrid, 16 lug 08:38 - (Agenzia Nova)  - Un bimbo di 13 anni è morto e il fratellino di nove ha riportato danni celebrali irreversibili in seguito a uno schianto in auto avvenuto ad Alcamo, in Sicilia. Lo scrive il quotidiano spagnolo “El Mundo”, riferendo che al volante della Bmw su cui viaggiavano i bambini, c’era il padre, un 34enne di Partinico, che, pochi secondi prima dell’incidente, stava girando un video in diretta su Facebook, correndo a velocità sostenuta. L’uomo, ricoverato in ospedale per le gravi ferite riportate, è ora accusato di omicidio ed è sorvegliato dai carabinieri che lo proteggono dall’ira dei familiari delle piccole vittime.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    16 Luglio 2019 - 13:01

    Carola ricorda i giovenotti di Greenpeace che ben pagati combattevano contro le baleniere giapponesi. Ora anzianotti o quasi cosa fanno ? Parlamentario sindaci professionisti mariuoli ? Come prenditori di sedere del mondo civile erano imbattibili . Riuniti in assemblea l'Unesco dovrebbe considerarli patrimonio dell'umanità ( la u doverosamente minuscola) ?

    Report

    Rispondi

Servizi