cerca

L'ultima rivoluzione di Draghi

Tassi bassi e nuovo Qe. Super Mario consegna nuovi stimoli a Lagarde per dare all’Europa il tempo di crescere

12 Settembre 2019 alle 21:18

L'ultima rivoluzione di Draghi

Mario Draghi, presidente Bce (foto LaPresse)

Roma. Potendo scegliere tra una nuova riduzione dei tassi sull’euro, portandoli ulteriormente sottozero, e un nuovo Quantitative easing (Qe), acquisti diretti di titoli e obbligazioni, Mario Draghi ha fatto tutte e due le cose con la maggioranza del board della Banca centrale europea dalla sua parte. Secondo Bloomberg, Francia, Germania e Olanda si siano opposte a un rapido ripristino del Qe. L’Eurotower ha deciso una terza azione rilevante: non porre più alcuna scadenza né sui tassi sottozero né su questa...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Renzo Rosati

Livornese, del 1950, ha lavorato tra Milano e Roma, dove vive, al Mondo, l'Europeo, Panorama e in molti quotidiani occupandosi di cronaca, costume, politica, economia. Ama il jazz, il cinema,  i cani, la montagna, la sua famiglia, il bianco e nero. Adora il Foglio.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    12 Settembre 2019 - 21:09

    Lagarde è una vispa teresa e Draghi è il suo mentore. Ullallà è una cuccagna.

    Report

    Rispondi

Servizi