cerca

Il grido estremista di Greta manda in cortocircuito anche il mondo liberal

L’icona dell’ambientalismo riempie il vuoto di senso dell’occidente, spiega Gerard Baker, ex direttore del Wall Street Journal

26 Settembre 2019 alle 06:08

Il grido estremista di Greta manda in cortocircuito anche il mondo liberal

foto LaPresse

Roma. L’apocalittica orazione di Santa Greta di Svezia dall’ambone dell’Onu ha superato anche l’immaginazione di Gerard Baker, ex direttore del Wall Street Journal e oggi editor at large, che sulle pagine del quotidiano americano aveva descritto l’attivista sedicenne come la reincarnazione secolarizzata di una Teresina di Lisieux o di una pastorella di Fatima, icona giovanissima – e dunque innocente – di una Chiesa ambientalista che ha una sua escatologia (i tempi si chiudono con l’estinzione umana), un suo peccato originale...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Mattia Ferraresi

Mattia Ferraresi

Nato nella terra di Virgilio e cresciuto in quella di Tassoni, ora vive nel quartiere di Tony Manero. E’ il corrispondente dagli Stati Uniti. Ama, con il necessario distacco penitenziale, il Lambrusco e l’Inter. Ha scritto alcuni libri su cose americane e non, l’ultimo è “La Febbre di Trump” (Marsilio). Sposato con Monica, ha due figli, Giacomo e Agostino.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    01 Ottobre 2019 - 12:12

    Gira che te rigira Greta finirà come Bernadette . Bergoglio la ha ricevuta in pompa magna e la chiesa di Roma ecumenica forse le conferirà un alloggio nella storia dei santi.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    26 Settembre 2019 - 14:02

    Credo di ricordare che l'ex ministro Tremonti ha suggerito che dietro Greta ci sia una compagnia di giro con tanto di capocomico che agitando la bambolotta ambientalista cucca un bel po di grana. Segui il denaro dicono i provveduti .

    Report

    Rispondi

  • gaetano.tursi@virgilio.it

    gaetano.tursi

    26 Settembre 2019 - 12:12

    25 settembre 2019: “Credo che riconoscersi come alberi che creano l’ossigeno dell’ecologia altrui è essenziale per non vivere il dialogo con un qualcosa di statico, e la libertà dell’altro come qualcosa di nostro”. Qualcuno avvisi Mons. Antonio Spadaro che mentre Lui si diletta a twittare intriganti perle eco-integraliste dal sapore stucchevolmente new age, nelle stesse ore in Italia la Corte Costituzionale ha posto il suo sigillo alla soppressione proceduramente assistita di persone ritenute unfit to live. Ma temo che lo sappia.

    Report

    Rispondi

  • furlaninterfan

    26 Settembre 2019 - 11:11

    Greta mi ha convinto: in malora gli ambientalisti. Il credito mediatico che riscuote Greta mi fa venire in mente la storia della crociata dei bambini. Iginio Petrussa

    Report

    Rispondi

    • Chichibio

      26 Settembre 2019 - 17:05

      Quella crociata finì in un prevedibile massacro.

      Report

      Rispondi

Servizi