America e Germania mai così lontane

I due paesi restano distanti sui principali dossier: cambiamento climatico, Iran, commercio, budget per la difesa. E Merkel non trova il tempo di incontrare Trump

"Accanto a una grande strada di Berlino ovest il rapporto tra Germania e Stati Uniti gode di buona salute”, scrive Matthew Karnitschnig su Politico: “Gli americani giocano a calcio, ballano e vanno in barca a vela con i loro amici tedeschi. Il legame decennale tra i due paesi è esposto in bella mostra. Purtroppo, si tratta solo di una mostra al museo degli Alleati inaugurato nel 1998 per celebrare il legame tra i due paesi. A 75 anni di distanza dalla fine della Seconda guerra mondiale, i rapporti tra America e Germania sono in crisi”. Le fondamenta che hanno sostenuto l’alleanza transatlantica si stanno frantumando. Circa l’85 per cento dei tedeschi considera i rapporti tra i due paesi ‘negativi’ o ‘molto negativi’. La Merkel di recente è stata a New York per il summit dell’Onu sul clima ma non ha trovato il tempo per incontrare Trump, come era già avvenuto lo scorso maggio. La disintegrazione dell’unità tra America e Germania ha delle implicazioni globali, specialmente in una fase in cui la Cina cerca di espandere la propria influenza in Europa e la Russia tenta di sfruttare la crisi nei rapporti transatlantici.

 

Questo potrebbe essere il motivo per cui entrambi i paesi cercano di nascondere la crisi. Il ministero degli Esteri tedesco ha addirittura lanciato una serie di eventi chiamati ‘Wunderbar Together’ per ricordare ai propri cittadini quanto sia importante il rapporto con l’America. La figura della Merkel per la prima volta divide l’opinione pubblica negli Stati Uniti. Alcuni la considerano una nemica che ha spalancato le porte all’immigrazione di massa dei musulmani, altri invece ammirano il ruolo che ha avuto nella crisi dei rifugiati. L’attitudine dei cittadini tedeschi verso Trump è molto meno ambigua: lo disprezzano universalmente. La maggior parte degli americani continua ad avere un’ottima opinione della Germania, mentre i tedeschi hanno molte più riserve sull’America. I due paesi restano distanti sui principali dossier: cambiamento climatico, Iran, commercio, budget per la difesa. Trump ha fatto di tutto per peggiorare l’alleanza con la Germania, ma i rapporti tra i due paesi sono stati tesi fin dal secondo dopoguerra. Se Konrad Adenauer e John F. Kennedy non andavano granché d’accordo, Helmut Schmidt e Jimmy Carter si disprezzavano a vicenda. Ma stavolta le cose sono diverse. Un tempo l’alleanza tra i due paesi non era solamente sostenuta dagli interessi militari o economici, ma anche dai rapporti tra i cittadini comuni che si ammiravano a vicenda. Con la caduta del Muro di Berlino, il contingente militare americano in Germania è calato dalle 250 mila truppe del 1985 alle circa 35 mila di oggi. Nel frattempo è calato drasticamente anche il numero di tedeschi che vanno in America per fare esperienze di studio. Le provocazioni di Trump hanno avuto un impatto enorme sull’immaginario collettivo. L’America resta il principale garante della sicurezza della Germania ma, per molti tedeschi, è solo un alleato tra tanti e non un vero amico. 

 

Questo articolo è stato pubblicato su Politico.eu il 24 settembre 2019

Di più su questi argomenti: