cerca

Trump ora piace alla gente di Davos e infierisce sull’Europa che va male

Il presidente snobba la prima udienza dell’impeachment a Washington e si gode il consenso del Forum economico

21 Gennaio 2020 alle 20:36

Trump ora piace alla gente di Davos e infierisce sull’Europa che va male

Il presidente Trump arriva al Forum economico mondiale di Davos, in Svizzera (foto LaPresse)

Roma. Il presidente americano, Donald Trump, ha trovato nel Forum economico mondiale di Davos un’occasione perfetta per sfuggire alla pressione di Washington, dove oggi c’era il primo giorno del processo di impeachment contro di lui. È molto probabile che il contrasto tra i due avvenimenti fosse stato studiato dallo staff di Trump come una tappa della sua campagna elettorale: da una parte il presidente che parla soltanto dei risultati spettacolari dell’economia americana davanti a una platea di gente importante, dall’altra...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Daniele Raineri

Daniele Raineri

Di Genova. Nella redazione del Foglio mi occupo soprattutto delle notizie dall'estero. Sono stato corrispondente dal Cairo e da New York. Ho lavorato in Iraq, Siria e altri paesi. Ho studiato arabo in Yemen. Sono stato giornalista embedded con i soldati americani, con l'esercito iracheno, con i paracadutisti italiani e con i ribelli siriani durante la rivoluzione.

Segui la pagina Facebook

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    22 Gennaio 2020 - 13:22

    Trump potrebbe infierire, ma non lo fa affatto. Trump è un pregiudicato: in senso giornalistico. L'Europa da quando ha tradito la NATO non ha smsso di infierire su se stessa. E adesso si sta sGRETAolando. Dare la colpa a Trump (all'America) è puerile. Pensiamo a Obama, l'idolo prima di Greta. E chiediamoci che cosa sognano i socialisti occidentali esattamente? Se sognano. E se rispondono "la Pace" diciamo loro: la Pace si costruisce da svegli !! I sogni sono altro, e partono tutti da un idea di Uomo positiva, non maiala. E anche da un idea positiva di popolo, e di nazione - non guerrafondaia. Tra nazionalismo e anti-nazionalismo, quale ha provocato più guerre nella storia?

    Report

    Rispondi

  • J.Wrangler

    J.Wrangler

    22 Gennaio 2020 - 12:13

    Trump a Davos: "Quando ho parlato, due anni fa, da questa platea, ho detto che avrei lanciato, il grande ritorno dell'America. Oggi abbiamo riscoperto la grande macchina dell'America e dell'industria USA. L'America è tornata a vincere come mai prima d'ora" . I numeri e le contrattazioni fatte in giro per il mondo gli danno ragione. Da furbacchione ha parlato "contro" la saccentina svedese e "come" il nostro premio Nobel Rubbia : così facendo si parlerà della "tenzone" fra lui e la ragazza e meno dell' Impeachment (le cui basi sono estremamente deboli come lo sono gli attuali democratici) .Infatti quando i politici deboli non riescono a sconfiggere una maggioranza si attaccano a tutto o, nel nostro caso italiano, alla "Gregoretti" .

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    22 Gennaio 2020 - 12:06

    Trump a dispetto dei gufi che lo osteggiano è un grande presidente e così gli americani - per gli opinionari da bar incolti scemi e quant'altro -lo rieleggeranno.

    Report

    Rispondi

    • branzanti

      22 Gennaio 2020 - 12:42

      Se succederà dovremo comportaci di conseguenza con chi vuole distruggerci e lo dichiara apertamente. Anche perché respingere l'impeachment per accuse da ergastolo segnerà la definitiva trasformazione degli Usa non solo in una autocrazia, ma direi in una criminocrazia. Come si chiamava quel tale? Ah si John Boycott. P.S. andrò comunque al bar, dove non parlo mai di certe cose, serenamente. Grazie.

      Report

      Rispondi

  • branzanti

    21 Gennaio 2020 - 21:19

    Quando la vera situazione dell'economia Usa emergeranno, questa esibizione di avanspettacolo da sagra paesana verrà fortunatamente dimenticata. L'arroganza palesata a Davos è pari solo al livello di menzogna del discorso. Certo mi resta il dubbio che le famose elites, in Usa, tanto nemiche (?), stiano apertamente puntando ad un secondo mandato del Trumpo, visto che stanno artificialmente mantenendo i corsi di Wall Street a livelli totalmente sganciati dai fondamentali, con la creazione di una bolla pronta ad esplodere. Se il crollo dei mercati accadrà nel corso di un secondo mandato trumpone, desideroso solo di vendicarsi e di distruggere gli avversari interni ed esterni, credo che le conseguenze saranno drammatiche.

    Report

    Rispondi

    • Skybolt

      22 Gennaio 2020 - 13:27

      Mi sa che viene giù prima la Cina, così, a occhio.

      Report

      Rispondi

      • branzanti

        22 Gennaio 2020 - 15:07

        Speriamo di no altrimenti siamo andati, perché, senza opposizione, questi ci riducono in macerie, visto come ci odiano.

        Report

        Rispondi

        • Skybolt

          22 Gennaio 2020 - 18:41

          La vita della Cina passa dalla sottomissione dell'Europa, visto come un mercato di sbocco per la loro sovrapproduzione industriale, come un fonte di tecnologia per costruire un proprio tessuto di imprese innovative. Il resto sono chiacchiere e distintivo. Se ne stanno forse rendendo conto i tedeschi, che sono nei guai non tanto per lo stop al diesel nè per i dazi, ma perchè i cinesi molti prodotti tecnologici che prima compravano dai tedeschi ora se li fanno in casa.

          Report

          Rispondi

Servizi