cerca

Più che manganelli e lacrimogeni, a Hong Kong si combatte la disinformazione

La campagna martellante del governo per silenziare le proteste

14 Agosto 2019 alle 20:51

Più che manganelli e lacrimogeni, a Hong Kong si combatte la disinformazione

Hong Kong, alta tensione: la polizia spara lacrimogeni sui dimostranti (Foto LaPresse)

Roma. Le potenti immagini dei ragazzi di Hong Kong che indirizzano centinaia di puntatori laser verso lo stesso foglio di carta, per dimostrare al mondo che sono innocui, sono parte della strategia contro le fake news diffuse da chi li vorrebbe silenziare. In uno scenario quasi sci-fi, i manifestanti avevano iniziato a usare i laser contro la polizia e le telecamere, per evitare il riconoscimento facciale che la Cina usa per il controllo sociale, e le forze dell’ordine avevano intimato...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giulia Pompili

Giulia Pompili

Giulia Pompili è nata il 4 luglio. E' giornalista del Foglio dove scrive soprattutto di Asia – nel 2012 ha vinto il premio giornalistico "Umberto Agnelli" della Fondazione Italia Giappone. Recita a memoria i test missilistici di Kim Jong-un, ma pure le canzoni degli Afterhours. E' terzo dan di kendo.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi