cerca

La proroga della Brexit. Ma per cosa?

Londra vuole più tempo, l’Ue non sa se concederlo. Le alternative

13 Marzo 2019 alle 21:20

La proroga della Brexit. Ma per cosa?
Bruxelles. La Camera dei Comuni britannica ha bocciato la “no deal Brexit” e domani voterà per formalizzare la richiesta di una proroga dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea per spostare di qualche mese la data del 29 marzo. La premier, Theresa May ha detto che la proroga potrebbe essere lunga. “Ma per fare cosa?”, ha chiesto il capo negoziatore dell’Ue, Michel Barnier, ribadendo che “il negoziato è terminato” e non ci saranno nuove interpretazioni dell’accordo bocciato lunedì. Che i Comuni...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

David Carretta

Corrispondente a Bruxelles per Radio Radicale. Da nove anni copre le istituzioni europee e altri eventi internazionali e cura una rassegna della stampa internazionale. Dal 2004 collabora regolarmente con il Foglio, scrivendo di Europa, Nato, relazioni transatlantiche, politica francese e Belgio. E' stato militante radicale, assistente al Parlamento europeo e tesoriere di Non c'è Pace senza Giustizia. Dopo un decennio a contatto con le istituzioni europee, il suo euro-entusiasmo si è trasformato in euro-realismo: l'Europa è quello che è, ma se non ci fosse bisognerebbe inventarla. Così anche per i radicali.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • verypeoplista

    verypeoplista

    14 Marzo 2019 - 10:10

    La potenza globale dei "commercial" : TOC TOC, Toc tocc..who is it? ..Theresa...deal or not deal?...just irish-coffe...ok come in.

    Report

    Rispondi

Servizi