cerca

Spie cinesi in trappola

L’arresto e l’estradizione in America di un agente di Pechino è un segnale di nuova Guerra fredda?

12 Ottobre 2018 alle 11:22

Spie cinesi in trappola

Il presidente americano Donald Trump e il presidente cinese Xi Jinping (Foto Wikipedia)

Roma. Per la prima volta nei rapporti tra gli Stati Uniti e la Cina, nei mesi scorsi un agente dell’intelligence cinese accusato di furto di segreti industriali è stato arrestato ed estradato in America, dove sarà messo a processo da un tribunale ordinario. A estradare l’agente non è stata la Cina, ovviamente, ma il Belgio, paese scelto dalla spia per un incontro con un informatore. Anziché l’informatore, la spia Yanjun Xu si è trovata davanti le forze dell’ordine belghe, che...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Skybolt

    12 Ottobre 2018 - 14:02

    Anche lì, finita la pacchia.

    Report

    Rispondi

    • branzanti

      12 Ottobre 2018 - 19:07

      Giusto gentilissimo, speriamo però che non finisca anche la pace.

      Report

      Rispondi

Servizi