cerca

Settembre a destra

Il divorzio, l’ira della figlia, la tattica per il solito colpo d’autunno che non riesce. Boris Johnson ha inglobato l’estremismo sovranista, ma ora deve ricominciare a contare (gli alleati)

7 Settembre 2018 alle 21:20

Settembre a destra

Boris Johnson (foto LaPresse)

Milano. Boris Johnson, ex ministro degli Esteri britannico, è stato cacciato di casa per la terza volta da sua moglie, un altro tradimento, l’ultimo, perché lei ha deciso di separarsi. Dopo la cover del Sun sul “Bonking Boris” (foto sotto), con la figlia Lara che dice del padre che è “un bastardo egoista”, è stato annunciato il divorzio, con il video appena girato di Johnson che lascia la casa di famiglia nell’Oxfordshire, sale in auto e va. Gli scandali amorosi...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi