cerca

Funerali di uno Stato

Oggi è andata in scena l’anteprima, a Torre del Greco. La Grande Rappresentazione sarà domattina a Genova, ma al dolore si aggiunge un dubbio, o molti 

17 Agosto 2018 alle 19:50

Funerali di uno Stato

Il funerale dei quattro ragazzi di Torre Del Greco morti a Genova. Foto LaPresse

L’anteprima è andata in scena oggi, a Torre del Greco. La Grande Rappresentazione, la celebrazione del Lutto e del Dolore, sarà invece domani mattina, alle ore 11 alla Fiera di Genova: i funerali di Stato delle vittime del ponte Morandi. Ci sarà Conte, ci sarà Mattarella, ci sarà il cardinal Bagnasco. Chissà se ci sarà la città. Perché se l’anteprima dice qualcosa della Grande Rappresentazione, del cerimoniale nazionale del dolore e di come una nazione lo sa interpretare, al dolore si aggiunge un dubbio, o molti. 

  

A Torre Del Greco ci sono stati i funerali di quattro vittime, che quei funerali di Stato hanno rifiutato. Per essere più vicini a casa, sì, ma non solo. Il padre di un ragazzo aveva detto: “E’ un omicidio di Stato”. Qualcuno fuori dalla chiesa ha gridato: “Devono pagare tutto”. Uno striscione portava scritto: “Di uno stato strafottente vittime innocenti”. Come andrà a Genova domani, non sappiamo. Ma su 38 vittime chiamate all’appello, i parenti di ben 17 morti hanno rifiutato il gesto comune, il gesto dello Stato. Per gli stessi motivi, per lo stesso rancore sordo smozzicato in qualche frase ai cronisti, o sui social: è un omicidio di Stato, noi in questo Stato non ci riconosciamo. E vengono in mente i fischi e le urla al funerali di Giovanni Falcone e della sua scorta, anno 1992. Quando iniziò a crollare, un pezzo di Stato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • spectrum

    17 Agosto 2018 - 22:10

    La pancia dei familiari parla, ora, si capisce, e non la testa. Dei dividendi dei Benetton e delle manutenzioni non fatte non puo' rispondere lo stato. Una volta tanto, sara' pure un anomalia, lo stato sta perseguendo e punendo i colpevoli. Mi pare gia un grande cambiamento rispetto ad archiviazioni e insabbiamenti che abbiamo gia visto. Ma anche lo stato ha certo i suoi problemi, restano tutte le strade statali e comunali, se pensiamo a tutte le strade rotte nelle vostre citta che nessuno ripara da anni e anni, figuriamoci quanta previdenza e manutenzione fa lo stato.

    Report

    Rispondi

Servizi