cerca

Indagine sul “vuoto dentro”

Crollano le roccaforti. È il tramonto dell'Europa cattolica

Irlanda, Baviera, Francia, Austria, Spagna: quasi espugnate anche le ultime ridotte. Resiste solo la Polonia. Quando Ratzinger disse: "C'è una città europea dove i cristiani sono soltanto l'otto per cento della popolazione"

Giulio Meotti

Email:

meotti@ilfoglio.it

3 Settembre 2018 alle 13:31

Crollano le roccaforti. È il tramonto dell'Europa cattolica

Foto pxhere.com

Dal 1995 a oggi, il numero di sacerdoti attivi in Irlanda è diminuito del 43 per cento. E tre su quattro avranno più di 60 anni nel 2030 Cinque anni fa, l’arcivescovo e primate d’Irlanda, Diarmuid Martin, pubblicò un articolo intitolato “Un’Irlanda post-cattolica?”. Martin vi prefigurava uno scenario in cui “il cattolicesimo è stato spodestato”. Si direbbe che quello scenario oggi si è quasi avverato, a giudicare dalla veduta aerea del Parco Phoenix di Dublino, dove Papa Francesco ha presenziato...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • DBartalesi

    03 Settembre 2018 - 16:04

    Volgendo la evidente crisi della Chiesa in positivo, la palla potrebbe essere raccolta dalla cosiddetta società laica che, priva della morale cattolica, perderebbe un importante "mastice sociale". Potrebbe insomma essere l'ora di chi non ha fede ma crede nel ruolo portante dell'etica nelle opere degli uomini, di ciò che molti chiamano l'etica della responsabilità. E magari anche di una Chiesa più aperta e dialogante con questo tipo di società, meno cinica e mercantile.

    Report

    Rispondi

    • gheron

      03 Settembre 2018 - 17:05

      A me sembra che la palla sia stata raccolta già un paio di secoli addietro. E nacque il socialismo: dottrina sociale cristiana, molto attrattiva e seducente, ma croce e crocifisso alle ortiche, per accontentare qualsiasi palato. Sappiamo benissimo cosa ha prodotto in questi due secoli il socialismo, qualsiasi camicia abbia indossato: bianca, nera, bruna, rossa e ora gialla e verde. L'ultimo assaggio è per i cittadini del Venezuela. L'etica della responsabilità? Un non senso se riferita all'armata Brancaleone.

      Report

      Rispondi

      • Skybolt

        03 Settembre 2018 - 18:06

        Responsabilità? Agostino diceva "ama e fa ciò che vuoi", ma usava "dilige" per "ama", verbo quantomai ambiguo anche in latino.

        Report

        Rispondi

  • carlo.trinchi

    03 Settembre 2018 - 15:03

    La nave se la curi e la modernizzi non affonda, non affonderà mai. A questo inventario manca la soluzione che non è solo accorpare le chiese vuote per averne alcune più piene di vecchi ma ridare vigore al verbo che non può rimanere ancorato a S Paolo e alle sue allucinazioni. Il cristianesimo della prima ora era morto a Gerusalemne se non interveniva S Paolo a reinventarlo. Ora serve una rivisitazione della fede e di chi la rappresenta, che dia speranza di vita in vita non di vita dopo la morte. Questo è il dramna del cristianesimo e dei suoi feticci. Se così continuando, non si lamentino i preposti ma prendano atto del fallimento del loro messaggio non più all’altezza del tempo che cambia e che ha bisogno si di credere ma credere su basi certe e non venute dai sogni di quattro veggenti fuori tempo e luogo.

    Report

    Rispondi

Servizi