cerca

Gli arancini di Enzo Bianco

La protesta di Catania contro Salvini, ovvero quando l’opposizione si macchia di una cecità assimilabile a quella che critica

23 Agosto 2018 alle 16:07

Gli arancini di Enzo Bianco

La manifestazione contro Salvini a Catania (foto LaPresse)

Con gli arancini non si governano gli Stati. L’ex sindaco ed ex ministro Enzo Bianco ha guidato la manifestazione di alcuni volenterosi che, all’attracco della Diciotti a Catania, hanno sventolato centosettantasette arancini per dimostrare che la Sicilia è terra d’accoglienza. L’ostensione del prodotto tipico verso il porto ambiva a porsi in netta controtendenza rispetto al criticabile operato del ministro Salvini. Il problema dell’opposizione è tuttavia un eccesso di zelo che la porta a controbilanciare velleitariamente gli estremismi del governo con estremi opposti: se loro dicono che gli immigrati sono tutti cattivi, noi diciamo che sono tutti buoni; se loro dicono che non ne faranno sbarcare mezzo noi diciamo che bisogna accoglierli tutti, e così via. In questo modo l’opposizione si macchia di una cecità assimilabile a quella che critica o, quanto meno, coltiva narcisisticamente il difetto di rifugiarsi nell’eclatante, nel simbolico, nel pittoresco – vale per gli arancini come per i picnic pro integrazione, la spaghettata antifascista, le magliette rosse o qualche grottesca messinscena che replica naufragi veri. Anche quando si sforza di vedere tutto rosa per inseguire elevati ideali, la rinuncia alla realtà resta ciò che è: una rinuncia, che lascia campo libero a chi, sbraitando che il mondo invece è nero, ha gioco facile nel presentarsi come monopolista del realismo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • CohleandHart

    26 Agosto 2018 - 15:03

    a proposito: si noti che la sinistra al governo non ha mica toccato la bossi-fini. una legge criminogena criticabile anche da una destra liberale.

    Report

    Rispondi

  • Marco Di Mattia

    23 Agosto 2018 - 23:11

    Non ho capito. Portare arancini significa affermare che tutti quelli a bordo della nave sono buoni? O che devono essere accolti? Devono essere sbarcati, certo. E certo tutti, che facciamo la metà? La detenzione di quelle persone a bordo di una nave è, credo, illegale, certo incivile. Non vedo simmetria tra chi la approva e chi la osteggia.

    Report

    Rispondi

    • furlaninterfan

      24 Agosto 2018 - 08:08

      Portare arancini significa non offrire alternative politiche praticabili, ma fare 'gesti'. Quello che ama fare la sinistra quando non è in grado di affrontare i problemi. Che senso ha dire 'Devono sbarcare tutti', se non si ha un progetto che GOVERNI il problema della immigrazione incontrollata e destinata al parassitismo, allo sfruttamento o (al meglio) all'inerzia. Iginio Petrussa

      Report

      Rispondi

      • CohleandHart

        26 Agosto 2018 - 15:03

        ecco e ha dovuto anche spiegarglielo!! niente, non ce la fanno proprio.

        Report

        Rispondi

  • LudiMagister

    23 Agosto 2018 - 20:08

    la domanda vera, e sinora inevasa e che lascia tutti con il fiato sospeso è: MA ALLA FINE, CHI SE LI E' MAGNATI 'STI ARANCINI?????

    Report

    Rispondi

  • Chichibio

    23 Agosto 2018 - 20:08

    Ricordo le riprese televisive di viennesi che offrivano fette di torte Sacher agli immigrati. Pochi mesi dopo l'Austria ha chiuso le sue frontiere.

    Report

    Rispondi

    • Marco Di Mattia

      23 Agosto 2018 - 23:11

      Bufale. Il governo austriaco ha fatto un poco di scena, ha “schierato” qualche arcigno gendarme in favor di telecamera, e ovviamente non ha chiuso un bel nulla.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

Servizi