cerca

Come funziona la guerra globale al nuovo coronavirus

La cautela dell'Oms, la reazione di Pechino e intere città isolate come nella ”Peste” di Camus. Cosa stiamo facendo per governare una possibile crisi internazionale. Tra mascherine e modelli matematici. Parlano gli scienziati che studiano il virus

Enrico Cicchetti

Email:

cicchetti@ilfoglio.it

28 Gennaio 2020 alle 19:25

Il nuovo coronavirus

Foto LaPresse

Lunedì sera l'Organizzazione mondiale della Sanità ha ammesso di avere commesso un “errore di formulazione” nel valutare il rischio correlato al nuovo coronavirus, tecnicamente 2019-nCoV, identificato per la prima volta nella città di Wuhan a metà dicembre. La minaccia che l'epidemia scoppiata in Cina pone al resto mondo è “elevata” e non “moderata”, come era stato scritto nei rapporti precedenti. Tuttavia, puntualizza Tarik Jasarevic, portavoce dell'agenzia per la Salute delle Nazioni Unite sentito dal Foglio, “la correzione della valutazione globale del rischio...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi