cerca

Come si diventa sardine

Riempiono le piazze a Bologna e Modena ma non a Ferrara, o non ancora. Perché qui la Lega è già al comando e il grido “altrimenti vince Salvini” non riesce a mobilitare l’elettorato di sinistra. Viaggio nella città contrarian della regione rossa in gennaio alla prova del voto

Email:

allegranti@ilfoglio.it

25 Novembre 2019 alle 11:16

Come si diventa sardine

La manifestazione delle "Sardine" contro la visita di Matteo Salvini a Modena. A Ferrara invece le cose vanno molto diversamente (foto LaPresse)

Ferrara. “Bologna non si Lega”, “Modena non si Lega”, dicono le “sardine” che hanno riempito piazza Maggiore e piazza Grande e non vogliono con sé né bandiere né simboli di partito. Ferrara invece s’è legata benissimo. Prima nel 2018, alle elezioni politiche, dove una leghista sconosciuta – Maura Tomasi – ha battuto il super rodato Dario Franceschini 39,66 per cento a 29,15. Quello stesso Franceschini che l’anno prima era stato fischiato durante una partita della Spal. Episodio che in città...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Mario 1

    25 Novembre 2019 - 16:57

    L'Unico modo per far tacere tutte le ipocrisie da un lato e l'altro è quello di dare in mano una matita agli elettori.

    Report

    Rispondi

Servizi