cerca

Non ci fu alcun italian job

Com’è partito il Russiagate dall’Italia, spiegato senza complottismi aggiunti

9 Ottobre 2019 alle 10:03

Non ci fu alcun italian job

foto LaPresse

Ma davvero il Russiagate non è stata l’inchiesta sulle interferenze dei russi nella campagna elettorale americana, bensì un complotto contro Donald Trump? E sul serio George Papadopoulos, che per Trump faceva il “coffee boy” (un ragazzo che porta il caffé), era diventato il “deep state target” (l’obiettivo del deep state per colpire Trump)? Ed è mai possibile che Joseph Mifsud, il professore scomparso della Link Campus, non sia un uomo vicino ai russi ma un agente dei servizi occidentali impegnato...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Luciano Capone

Luciano Capone

Sono cresciuto in Irpinia, a Savignano. Sono al Foglio da 12-13 anni, anche se il Foglio non l’ha mai saputo, da quando è diventato la mia piacevole lettura quotidiana. Dal 2014 sono sul Foglio e stavolta lo sa anche il Foglio. Liberista sfrenato, a volte persino selvaggio.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giusevim

    09 Ottobre 2019 - 15:03

    Caro Capone, i tuoi precedenti articoli non mi sembravano così allineati alla posizione del giornale. Hai fatto bene. Preciso che io non ho la minima idea di come possano essere le cose, caso mai propendo a pensare che Trump si sia lasciando prendere la mano da teorie che gli fan comodo. Ma quale interesse avrebbe a rimenare in faccende di questo tipo se veramente avesse qualcosa da nascondere?

    Report

    Rispondi

  • branzanti

    09 Ottobre 2019 - 10:10

    Articolo tombale sui complottismi della alt right de noantri.

    Report

    Rispondi

Servizi