cerca

Oltre Mifsud c’è di più

Conte consegna i nostri 007 a Trump. Ecco svelata la montagna di anomalie nel rapporto tra il premier e i servizi

Salvatore Merlo

Email:

merlo@ilfoglio.it

4 Ottobre 2019 alle 06:22

Oltre Mifsud c’è di più

Giuseppe Conte (foto LaPresse)

Roma. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte potrebbe trovarsi ben presto in un grosso guaio. Come spiega una fonte accreditatissima, che da anni si muove nel mondo dei servizi segreti: “Il presidente del Consiglio ha messo i vertici dei nostri servizi a disposizione del ministro della Giustizia americana William Barr, in un contesto anomalo che trascina la nostra intelligence nel conflitto politico e istituzionale americano tra il presidente Trump e gli oppositori che, imbracciando il famoso rapporto Mueller, lo accusano...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Salvatore Merlo

Salvatore Merlo

Milano 1982, giornalista. Cresciuto a Catania, liceo classico “Galileo” a Firenze, tre lauree a Siena e una parentesi erasmiana a Nottingham. Un tirocinio in epoca universitaria al Corriere del Mezzogiorno (redazione di Bari), ho collaborato con Radiotre, Panorama e Raiuno. Lavoro al Foglio dal 2007. Ho scritto per Mondadori "Fummo giovani soltanto allora", la vita spericolata del giovane Indro Montanelli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giusevim

    04 Ottobre 2019 - 09:09

    Mi sembra che l'articolo ignori completamente un altro aspetto, forse ancora più importante. E' vero o no che c'è stato un complotto contro Trump e che i servizi italiani hanno in qualche modo partecipato? Capisco che Trump non goda molte simpatie presso il Foglio, ma se fosse vero il complotto si dovrebbe rivedere molto di quanto detto e scritto in proposito.

    Report

    Rispondi

    • Ferny55

      04 Ottobre 2019 - 14:02

      Domanda che non si pongono perché non in linea con la narrazione che vuole l'Orange Bad Man colluso con i russi e che distrugge tutta la trama. Tutta la bufala russa, va ricordato, ruota intorno all'incontro tra Papadopolous - Mifsud e le presunte mail di HRC in possesso dei russi. L'FBI, per poter aprire un'indagine di controspionaggio e richiedere ad un tribunale segreto statunitense la sorveglianza delle persone potenzialmente coinvolte, aveva bisogno di dimostrare che nella vicenda era implicato un agente straniero (il Mifsud, tanto per intenderci), altrimenti non l'avrebbero mai ottenuta. Ma molti sapevano fin dall'inizio che il maltese era un asset dei servizi segreti occidentali (FBI compreso) e che operava in diversi paesi europei tra cui l'Italia ( ha tenuto dei corsi all'Università degli studi Link Campus University di Roma e si vocifera di una sua compartecipazione al 5% nella stessa Università).

      Report

      Rispondi

  • branzanti

    04 Ottobre 2019 - 09:09

    Personalmente la lettura dell'articolo mi ha creato un senso di profondo disagio, lo stesso che poteva avvertire un bambino di colore quabdo si accorgeva che lui e la sua famiglia erano in schiavitù. Io voglio ancora credere (ottimismo della volontà) che esista una spiegazione, in caso contrario significa che ci siamo venduti ad un paese che ci considera avversari e che, per ricompensa, ha gravato di dazi i nostri prodotti. Quando le contropartite sono queste, la parola schiavitù non è fuori luogo. Amici filoamericani, vi prego, battete un colpo.

    Report

    Rispondi

  • Cacciapuoti

    04 Ottobre 2019 - 08:08

    Non ci credo: è materialmente impossibile che un piccolo professore arrivi a simili altezze...

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    04 Ottobre 2019 - 08:08

    Tutto sta a vedere che cosa gli americani ci danno in cambio. Ogni favore ha sempre un do ut des. Sennò è una fregatura.

    Report

    Rispondi

    • Skybolt

      04 Ottobre 2019 - 15:03

      In realtà, da quel che si legge, siamo in modalità riparatrice.... ci credo che poi Renzi si sbracciasse per Hillary, sapeva come stava.

      Report

      Rispondi

Servizi