Questo governo è una bufala

La questione del contratto M5s-Lega non è nella sua orgiastica capacità di stupire il mondo

18 Maggio 2018 alle 06:14

Questo governo è una bufala

Luigi Di Maio (foto LaPresse)

Che quello incombente sia un governo osceno, extra e anticostituzionale nelle premesse, carico inoltre di ideuzze penose suscettibili di farci arrivare addosso una valanga economico-finanziaria punitiva, all’insegna di “dàgli al giullare italiano”, non si discute. Ma prima di organizzare adunate oceaniche con le bottiglie Molotov, prima di alimentare un’opposizione di spietata violenza – e chi debba e possa farlo è piuttosto incerto, e che non si debba farlo all’insegna del frusto ce-lo-chiede-l’Europa è sicuro – bisogna mettersi in fila a...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    21 Maggio 2018 - 09:09

    Credo d’avertelo scritto a suo tempo, caro Giuliano, che portare al Quirinale Giuliano Amato avrebbe non solo salvato il patto del Nazareno, ma avrebbe pure risparmiato molti guai politici a noi tutti e a Renzi per primo. Era ovviamente una valutazione in attesa di controprove che in politica sono da sempre incerte assai, per così dire. Ovviamente non provo alcuna gioia ad aver visto, apparentemente, giusto. Solo una non leggera incazzatura per quel che ne e’ seguito. E il continuo non darmi pace e non trovare spiegazioni politiche sul perché Renzi quella scelta sbagliata abbia compiuto. Mi illudo sia stata colpa di un cerchio magico fiorentino rivelatosi purtroppo composto da personaggi non all’altezza e dunque pericolosamente sopravvalutati. Ma tu certamente ne sai molto di più, e magari un giorno ce lo dirai. Ma che gli costava al Royal Baby fare un pezzetto di strada accanto ad un leader che di anni ne aveva il doppio di lui? Un pezzetto del Pd l’avrebbe perduto comunque.

    Report

    Rispondi

    • valentina falcioni sow

      valentina falcioni sow

      22 Maggio 2018 - 11:11

      la pressione su amato la fece dalema, e la pressione su mattarella la fece bersani...non era facile accettare la pressione di dalema e non ascoltare bersani, ma ascoltare bersani ha portato allo strappo con berlusconi, il quale, pure lui, non ha capito nulla di cosa stava sucecdendo e non ha intuito le conseguenze. questo, poi, per dire anche "chi dice di essere divisivo a chi" quanto davvero pensasse all'unità... una storia davvero molto triste e dove i capricci di quattro galli cedroni hanno travolto ilpaese in una spirale che ci vorrannoanni a decomporre per riportarci ad una aria con una temperatura respirabile

      Report

      Rispondi

  • carlo.trinchi

    18 Maggio 2018 - 16:04

    Che fermati e fermati, questi vanno lasciati governare per fargli fare la fine di Varoufakis, solo che noi di Varoufakis ce ne abbiamo due. Se li si ferma apriti cielo. Due martiri in una botta sola. Avete visto la scatoletta di tonno di Grillo con la pizza secca? Ecco, non vale un cazzo. Parole sue. Questi non aspettano altro che di essere fermati. Meglio i popcorn e la terza fila perché nella prima ti becchi gli schizzi degli sputi che a breve si darano.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    18 Maggio 2018 - 15:03

    La bufala nativa è quella di pensare e far credere che il popolo, il basso, possano essere i dei ex machina del governo. Il popolo legislatore, è il massimo delle bufale, anzi delle truffe culturali. Ma gli elettori hanno scelto ... già, sono caduti nella trappola in cui cadono gli sprovveduti quando si fa lor credere di essere i protagonisti.

    Report

    Rispondi

  • GianniR

    18 Maggio 2018 - 14:02

    Fa un po' effetto vedere lettori del Foglio fautori di un golpe (per fermare un governo "con le cattive" come si fa?). L'Italia si trova in questa situazione perche' i governi precedenti hanno fallito, punto e basta.

    Report

    Rispondi

    • zucconir

      18 Maggio 2018 - 16:04

      I governi Renzi e Gentiloni non hanno fallito. Hanno preso un Italia in ginocchio e l'hanno rimessa in piedi. Potevano far meglio? Certo, ma hanno fatto bene, nonostante molti errori caratteriali di Renzi. La verità è che niente resiste al tritacarne mediatico/giudiziario con l'apporto esponenziale della rete e dei suoi tanti sacerdoti dell'odio. Specie se devi governare con una crisi economica terribile. La globalizzazione presenta il conto e dimostra chiaramente che ormai non sono più sostenibili tre pilastri della nostra società : Mercato, Democrazia e Sovranità. Ad uno si deve rinunciare ed ovviamente sarebbe la sovranità, diluendosi nella Unione Europea. Ma la gente ha paura e vota qualsiasi cosa gli faccia balenare l'illusione che si può andare avanti indefinitamente come sempre. Un disastro. Non basta nemmeno l'esempio eclatante di Roma dove gli autobus esplodono da soli, senza bisogno di terrorista dentro, e si invocano le pecore per tagliare l'erba. E non perdono un voto!

      Report

      Rispondi

      • GianniR

        18 Maggio 2018 - 16:04

        Si, si ok, magari adesso saremo anche in piedi, ma evidentemente gli elettori non hanno percepito questi successi. Il PD (ex PCI, PDS, Ds ecc.) poi dovrebbe fare un enorme mea culpa perche’ e’ proprio il partito che ha scoperchiato il vaso di Pandora del circo mediatico giudiziario che, karma o nemesi che sia, gli si e’ ritorto contro il 4 marzo. I vaffa contro Berlusconi a sinistra piacevano un sacco. O no?

        Report

        Rispondi

Mostra più commenti

Servizi