cerca

Giostra giustizialista

Le motivazioni su Mannino sono un altro colpo al partito della trattativa

I giudici di Appello fanno a pezzi le tesi di Ingroia e Di Matteo e mettono in luce le fandonie dei complottisti. Scenari. Quel solco tracciato

16 Gennaio 2020 alle 06:10

Le motivazioni su Mannino sono un altro colpo al partito della trattativa

Foto LaPresse

Ma, alla fine della giostra, quale dei due magistrati conquisterà la palma della verità giudiziaria? La vittoria incoronerà Nino Di Matteo, il pubblico ministero che, con il processo sulla fantomatica trattativa tra lo Stato e i boss di Cosa nostra, ha raccolto sul proprio nome trionfi, popolarità e centinaia di cittadinanze onorarie o finirà per premiare Marina Pitruzzella, il giudice felice e sconosciuto che ha assolto l’ex ministro Calogero Mannino e ha messo per la prima volta a nudo la...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    16 Gennaio 2020 - 19:04

    Macché Partito della trattativa! Dal mariuolo Chiesa a Mani Pulite, a Tangentopoli, poi Noemi, fino ai 5S e governo col Pd, i capintesta dell'operazione avevano, ed hanno, il progetto di consegnare l'Italia al populismo di quella Sinistra nata nel 1921. Altre sinistre europee, Nikita duce, scelsero Bad Godesberg. Tutta la variopinta storia della nostra area di sinistra si può riassumere in due parole: “Riformisti? Mai!”

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    16 Gennaio 2020 - 10:07

    Nella vicenda giudiziaria di Calogero Mannino vale l'osservazione ( di molti anni fa ) del dr. Nordio pregevole giurista e magistrato ,che in alcuni casi ai piemme andrebbe fatta la perizia psichiatrica.

    Report

    Rispondi

Servizi