Il governo prevede un aumento del deficit nel 2020

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Handelsblatt, La Vanguardia, Financial Times, El Mundo e Les Echos

Il governo prevede un aumento del deficit nel 2020
Berlino, 30 set - (Agenzia Nova) - Il governo prevede di aumentare il disavanzo pubblico nella legge di stabilità per il 2020, portando il rapporto tra deficit e Pil a un valore compreso “tra il 2,04 e il 2,4 per cento”. È quanto affermato dal ministro dell'Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, nella giornata di ieri 29 settembre. Come ricorda il quotidiano tedesco “Handelsblatt”, per il prossimo anno, l'Italia aveva pianificato un obiettivo di deficit al 2,4 per cento del Pil, “poi ridotto al 2,04 per cento a causa dell'aumento dei tassi di interesse sui titoli di Stato e dopo un'accesa disputa con la Commissione europea al 2,04 per cento”. A ottobre, il governo guidato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte dovrà presentare la legge di stabilità al vaglio della Commissione europea. Intanto, si prevede che il rapporto tra deficit e Pil diminuisca all1,8 per cento nel 2021 e all'1,4 per cento nel 2022. A sua volta, la crescita dovrebbe raggiungere lo 0,6 per cento nel 2020 e l'1 per cento nel 2021 e 2022.
 
Nel fine settimana sbarcate a Lampedusa 180 persone
Madrid, 30 set - (Agenzia Nova) - Non si arresta l'ondata di migranti proveniente dall'Africa settentrionale e diretta verso le coste italiane. Lo scorso fine settimana, nel giro di poche ore, circa 180 migranti sono giunti sull'isolotto siciliano di Lampedusa a bordo di otto imbarcazioni. Lo riferisce il quotidiano spagnolo "La Vanguardia", aggiungendo che, nella giornata di ieri, 29 settembre, l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) ha fatto sapere che sono state soccorse anche altre 70 persone alla deriva, per poi essere respinte in Libia. "Due (migranti, ndr) sono in condizioni critiche. Sottolineiamo come la Libia non sia un porto sicuro“, ha denunciato in un tweet l'organizzazione.
 
Dazi statunitensi minacciano settore alimentare italiano
Londra, 30 set - (Agenzia Nova) - Se il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, adotterà i dazi doganali che ha minacciato di imporre sui prodotti Ue come rappresaglia per gli aiuti di Stato concessi al consorzio aerospazioale europeo Airbus, a soffrirne saranno anche le specialità alimentari, gran parte delle esportazioni dell'Italia verso gli Usa. Lo scrive il quotidiano britannico "Financial Times", sottolineando come l'economia italiana uscirebbe fortemente penalizzata dai dazi degli Usa, anche se l'Italia non fa parte del consorzio Airbus costituito da Francia, Germania, Spagna e Regno Unito. Il governo e le associazioni imprenditoriali stanno mettendo in campo diverse iniziative per ottenere un'esenzione dai possibili dazi statunitensi. Il tema verrà affrontato durante la visita che il segretario di Stato degli Usa, Mike Pompeo, effettuerà questa settimana in Italia, incontrando anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.