cerca

Cristo si è fermato a Brescia

Ha una crescita record in Europa. Ha trasformato in un punto di forza il suo alto tasso di immigrati. Ha fatto dei rifiuti una ricchezza. Ha dimostrato che il popolo ha bisogno dell’élite (e della Tav). Reportage da un miracolo italiano, dove le ombre del Cambiamento fanno ancora più paura

15 Aprile 2019 alle 14:51

Cristo si è fermato a Brescia

Foto LaPresse

Ci sono altri posti in Italia in cui vedi terzetti di amici misti, un bianco e due di colore, che girano per i vicoli di una città pulita e ben illuminata, con negozi per altospendenti senza bottiglie rotte a terra? Come si mette insieme il più alto tasso di immigrazione in Italia e la crescita industriale, pur in un momento in cui il resto del paese ristagna comme d’habitude? Si era già stati a Brescia, a indagare l’augusto modello che...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    15 Aprile 2019 - 18:06

    Brescia, la Leonessa d'Italia. In ogni realtà scombiccherata, fasulla o negativa, ci sono le eccezioni che confermano la regola. Ribadiscono che, inutile girarci intorno, ciascuno è artefice delle fortune o delle sventure sue. Questa dura lex sed lex, vale per il singolo e per le collettività.

    Report

    Rispondi

Servizi