cerca

Si fa presto a dire Eurobond

Si può parlare di bond comuni a due condizioni. Primo: accettare di trasferire nuove competenze economiche e sociali in Europa. Secondo: sbloccare immediatamente il Mes. Chi ci sta? Discutiamone, ma senza ipocrisie

25 Marzo 2020 alle 06:00

Si fa presto a dire eurobond

(foto Unsplash)

Non passa oramai giorno senza che non venga lanciata, da qualche accademico, esponente politico o governativo, un appello ad emettere degli Eurobond – cioè dei titoli di stato europei – per finanziare gli interventi necessari a contrastare la crisi del Coronavirus. Qualcuno li ha addirittura chiamati Coronavirus Bond. Gli Eurobond sembrano in effetti essere l’uovo di Colombo nella situazione attuale. Consentirebbero agli stati europei di reperire capitali per sostenere maggiori spese o minori entrate, senza indebitarsi direttamente. L’idea sembra geniale,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Yogurt

    25 Marzo 2020 - 15:34

    Si fa presto a dire "sblocchiamo il MES" (come vede, è fin troppo facile contraddirla): a patto però che ci sia la mutualizzazione dei debiti ovvero, con il MES attuale, che le condizioni capestro che hanno ridotto la Grecia non a una nazione, non a una piccola Europa ma a una comparsa spogliata delle poche eccellenze che aveva (a favore Germania (banche) e Cina (Pireo)) non si ripropongano per l'Italia. A quanto sopra faccio riferimento alle parole (molto chiare)del ministro dell'Economia tedesco Peter Altmaier: no a "un dibattito fantasma" sulle idee di maggior flessibilità all'Italia. Queste parole "abbinate"a quelle in libera uscita della La Garde sullo spread non fanno ben sperare sull'Intelligenza politica collettiva europea nei frangenti odierni.

    Report

    Rispondi

  • lorenzolodigiani

    25 Marzo 2020 - 14:12

    Se gli stati della Ue si rassegneranno a perdere una parte di sovranita’, mai si compira’ l’unione. Forse questa drammatica epidemia costituira’ la ragione eccezionale per accelerare il processo. Se non sara’ possibile l’emissione di Eurobonds in questo frangente, non vedo quando si potranno realizzare. Sara’ allora più serio affermare che si tratta soltanto di una utopia.

    Report

    Rispondi

  • fil.pasini

    25 Marzo 2020 - 11:13

    Articolo molto condivisibile e molto lucido che ci fornisce una giusta descrizione sulla fallacia di certi discorsi monetari che si sentono

    Report

    Rispondi

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    25 Marzo 2020 - 10:18

    L' Eurobond sarebbe il più grande flagello di Dio dai tempi di Attila! L'Eurobond sarebbe lo strumento numero Unno ! perché la Cina ci "investa" tutti in sol boccone. E finisca quel che i Soviet hanno cominciato.

    Report

    Rispondi

Servizi