cerca

Sovranismo è dirigismo. Parla Tito Boeri

“Il salario minimo a 9 euro è troppo alto e ‘Lavorare meno lavorare tutti’ distrugge posti di lavoro”. Secondo l'ex presidente dell'Inps le scelte calate dall’alto su fisco e welfare penalizzano lavoratori e famiglie

23 Luglio 2019 alle 06:00

Sovranismo è dirigismo. Parla Tito Boeri

Tito Boeri (foto LaPresse)

Roma. Tito Boeri, economista alla Bocconi ed ex presidente dell’Inps, dice che se c’è un comune denominatore della politica economica della coalizione di governo è il “sovranismo”, contrapposto alla “sovranità”. “Si invocano più poteri per se stessi togliendo sovranità agli elettori. Se rendiamo le reti infrastrutturali materia esclusiva delle regioni, sarà ancora più difficile, ad esempio, potenziare una linea ferroviaria che attraversa più regioni perché bisognerà mettere d’accordo più governatori. Allo stesso modo, cosa vuol dire decidere quante ore bisogna...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Luciano Capone

Luciano Capone

Sono cresciuto in Irpinia, a Savignano. Sono al Foglio da 12-13 anni, anche se il Foglio non l’ha mai saputo, da quando è diventato la mia piacevole lettura quotidiana. Dal 2014 sono sul Foglio e stavolta lo sa anche il Foglio. Liberista sfrenato, a volte persino selvaggio.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    23 Luglio 2019 - 17:05

    Ma 'lavorare meno lavorare tutti' non il mantra del povero Domenico De Masi ,il sociologo che pare omologo al pifferaio di Hammelin ?

    Report

    Rispondi

  • carlo.trinchi

    23 Luglio 2019 - 10:10

    Grande Boeri. Questi fanno populismo e accattano voti. Fa specie il presidente inps uomo di conoscenza del lavoro che segue. Forse sarà di area grillina e tutto si aggiusta. Non è così e cone dice Boeri i conti non tornano e la demagogia populistica fa venire i brividi quando sciorinano conti che fanno a pugni con la logica del mercato, delle imprese e di coloro che queste dirigono. Siamo in area pre elettorale e tutto torna, come il no alla tav, alle grandi opere ed ora la fake news del salario minimo a 9€. Dopo il voto nessuno si ricorda di nessuno e quello promesso o detto nessuno lo ha detto o promesso. Salvini continuerà a baciare i crocifissi e Di Maio il sangue di S Gennaro. Ogni promessa è un debito o il debito è una promessa non mantenuta? Certo è che tutti credevamo che alla decenza ci fosse un limite ma non era vero ed infatti così è purtroppo.

    Report

    Rispondi

    • Skybolt

      23 Luglio 2019 - 11:11

      Il salario minimo a 9 euro no... ma allora le promesse (sempre un debito anche a Bruxelles?) della presidenta UE? Ah, sarà a 8,59, quindi tutto ok? Ma la posizione non era che il salario minimo a livello europeo è una p...ta? Quanto alle banalità sull'autonomia, caliamo un pietoso.

      Report

      Rispondi

Servizi