cerca

Ecco la prova che i social non contano niente: Aida Nizar fuori dal Grande Fratello

Lo "schifo" del televoto salva Favoloso. Ma la caratteristica comune di questi concorrenti sembra essere di non capire nulla delle dinamiche, della psicologia e delle regole del gioco

9 Maggio 2018 alle 13:13

Ecco la prova che i social non contano niente: Aida Nizar fuori dal Grande Fratello

Aida Nizar (foto LaPresse)

Colpo di scena: il web non conta un cazzo. Quando ieri sera Barbara D'Urso ha chiesto ai concorrenti del Grande Fratello di schierarsi con Aida Nizar o con Luigi Favoloso prima di conoscere l’esito del voto, ci siamo ricordati di un episodio di qualche giorno prima. Favoloso, uno che vive il dramma di non essere sufficientemente famoso da poter concorrere al GF VIP ma neanche del tutto sconosciuto da poter nascondere il tatuaggio di estrema destra che ha coperto con la bandiera della Siria (perché non si cambia mai veramente: ci si complica), ha chiesto al pubblico di lanciare l’hashtag: #AdiosAida. Twitter ha risposto mandando in trending topic #AdiosFavoloso. È tutta una questione di bolle: dentro la casa pensano di essere amati fuori, su internet si crede che dieci mila tweet equivalgano a un plebiscito. In un’altra occasione qualcuno aveva urlato fuori dalla casa: “Aida, l’Italia ti ama”, probabilmente uno degli autori per dar fastidio, e subito i concorrenti che avevano sentito hanno chiesto la musica per coprire le urla. Favoloso aveva commentato: “L’Italia ti ama, ma dove?”. E infatti al televoto ha avuto ragione lui, che ha capito la maggioranza silenziosa (quella dei call center napoletani), e Aida l’hanno sbattuta fuori con più del 50 per cento dei voti. Su Twitter si commentava con l'hashtag #cheschifo. Che schifo il televoto, che schifo gli italiani, che schifo Favoloso, che schifo Barbara che ci ha traditi, e il web insorge, e non accenderemo più la televisione (che è come quelli che promettono di espatriare in Canada o a Parigi e poi rimangono sempre).

 

È tutta colpa della pizza. Quando Luigi ha visto Aida mettere la marmellata sul bordo della pizza ha capito che per lei era finita lì, e aveva detto: “È uno sfregio per gli italiani, per noi la pizza è un monumento. È come se io cacassi sulla Sagrada Familia” e anche “Magari Aida esce per la pizza di ieri. Adesso credo che su Twitter sia trending topic, credo che l’Italia sia molto contraria a quel gesto”. Su Twitter in realtà prendevano per il culo tutti lui che arringava i coinquilini spiegando le priorità politiche di Casa Pound, e di essere sceso in politica per evitare che i nipotini un giorno vedano la pizza con la marmellata. Ma soprattutto si elencavano le sue colpe: vantarsi d’essere l’animatore di Sesso, droga e pastorizia; tradire la propria compagna, unico motivo per il quale sei in televisione, per una concorrente qualsiasi; dire che il 25 aprile è “una festa inutile”; scoreggiare addosso ad Aida, dirle che ha il culo da vecchia, e altre manifestazioni di galateo. Stava antipatico a tutti su Twitter ma forse non agli italiani, o comunque meno della spagnola pazza che s'agitava di continuo e litigava con tutti ripetendo quattro frasi in loop e a Favoloso aveva detto: "Persone come te robinano italia, tu godi con la cativeria".

 

Ieri sera, quando in prima serata Patrizia è entrata per dire a Mariana che le fa schifo, andava tutto bene, non era bullismo perché erano due donne, e Barbara avrebbe incoraggiato una zuffa da strada con schiaffi, borsettate e fotogrammi sui lividi che poi sarebbero stati vivisezionati a Pomeriggio Cinque. Sapete anche voi che se solo Danilo fosse stato una donna Favoloso sarebbe fuori. In una lite Luigi gli ha urlato: “Hai rotto il cazzo, è da quando stai qui che mi punti il dito ogni volta. Ma chi cazzo sei? Non sei nessuno, sei una piccola merda”. Erano uomini e nessuno ha scritto frasi di emancipazione e liberazione quali “le donne non si toccano neanche con un fiore”. Se ci pensate: il fatto che non si possa scontrarsi duramente con una donna se sei un uomo dimostra tutta la nostra arretratezza, cioè che sono considerate così deboli che rientrano nelle categorie protette dal moralismo della D’Urso, condiviso dai commentatori quindicenni di Twitter e da giornalisti cinquantenni sbarellati (sembrano passati anni luce da quando Barbara invitava Sgarbi che passava il tempo al cellulare e lo sgridava: “Ma Vittorio, che stai facendo?”, e lui: “Ma ti fai i cazzi tuoi?” o quando le diceva di smettere con quelle sceneggiate pietose, i pianti, le faccette. Poi non l'ha più invitato). Se rissa deve esserci che sia tra uomini, ecco il messaggio positivo per i vostri bambini. Ma guai se Favoloso, ubriaco, va a svegliare Coccia alle tre di notte, a camere spente, per insultare la sua compagna dicendo che è una nana grassa a cui si fa prima a scavalcarla che girarle attorno. Quello diventa “inaccettabile”, e D’Urso lo sgrida dicendogli che forse lui donne come la Pezzopane non le ha mai incontrate. Traduzione: se sei abituato alla Moric non possiamo pretendere tu apprezzi l’educazione e l’intelligenza di una che sa mangiare con le posate. E per difendere “tutte le donne” pazienza se ci rimette quell’altra. Se non è nel D'Urso Universo, non esiste.

 

La caratteristica comune di questi concorrenti sembra essere di non capire nulla delle dinamiche, della psicologia e delle regole del gioco. Quando hanno dato la lettera ad Alessia in cui c’era la notizia da dare a Matteo – quella della ex Paola Di Benedetto che si lasciava con Monte – mettendola di fronte al bivio, strapparla o dargliela, Alessia ha pensato fosse una scelta che riguardava lui e invece era una scelta che riguardava lei. Ci hanno messo dieci minuti per farglielo capire che se la strappava sarebbe passata per insicura (ma molto peggio, è passata per scema). Non ha capito nulla neppure Marianna: il modo più veloce per farsi detestare da tutti velocemente è essere falsa (Canale Cinque è la chiesa del sii vero, sii te stesso sempre). Ma l’apice d’incomprensione è stato raggiunto quando Baye Dame ha avuto la sua seconda occasione. È entrato vestito da grillo parlante per poter parlare agli altri ragazzi per minuti interminabili in cui non s’è mai rivolto a Aida, che era l’oggetto di tutto e l’unico motivo per cui Baye era ancora in video. Barbara lo ha interrotto: “Mi hai delusa un’altra volta”, che voleva dire: questa è la tua occasione di riabilitarti e tu la sprechi per dire quanto hai sopportato i cazziatoni, che sei forte, e quanto vuoi bene ai tuoi amici? E lì sai che nessuno lo ha preparato, e lei lo ha intenzionalmente mandato a morire sul campo perché ci avrebbe guadagnato in ogni caso. Era pronta a perdonarlo ma ha scelto di asfaltarlo. Barbara voleva il punto di share in più e se l'è dovuto guadagnare da sola, al solito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi