cerca

Il fallimento di Raggi è nella gestione clientelare delle municipalizzate

Atac, Ama, Acea. Partecipate sventure e calamità capitali. Per misurare il disastro dell’amministrazione non bisogna guardare tanto alle inchieste giudiziarie quanto alla pessima gestione delle società partecipate

31 Marzo 2019 alle 06:07

Il fallimento di Raggi è nella gestione clientelare delle municipalizzate

Foto LaPresse

Roma. La quotidianità di Roma è da film post-apocalittico. Per misurare il fallimento completo dell’amministrazione di Virginia Raggi non bisogna guardare tanto alle inchieste giudiziarie che coinvolgono i vertici della giunta e del consiglio comunale, ma alla pessima gestione delle società partecipate, che sono poi le aziende comunali che dovrebbero garantire i servizi essenziali dei cittadini. A differenza di altre grandi città italiane, in nessuna di queste aziende è stato fatto il salto organizzativo e di mentalità industriale che ha...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Luciano Capone

Luciano Capone

Sono cresciuto in Irpinia, a Savignano. Sono al Foglio da 12-13 anni, anche se il Foglio non l’ha mai saputo, da quando è diventato la mia piacevole lettura quotidiana. Dal 2014 sono sul Foglio e stavolta lo sa anche il Foglio. Liberista sfrenato, a volte persino selvaggio.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    01 Aprile 2019 - 13:01

    Se a livello nazionale i grillini pretendono per l' Italia la decrescita felice ,Raggi come Nerone vuole distruggerla.

    Report

    Rispondi

Servizi